Youth League si, Under 19 no: Vanoli rinuncia ai giovani di Juve, Roma e Toro

Youth League si, Under 19 no: Vanoli rinuncia ai giovani di Juve, Roma e Toro

Sono stati da poco resi notiA�i pre convocati dell’Under 19 del Ct Vanoli, il cui raduno inizierA� il 28 settembre lunedi e terminerA� venerdA� 2 ottobre, in modo da lasciare i ragazzi alle proprie squadre per le partite di campionato. A sorpresa sono stati esclusi da questa convocazione i ragazzi di Juventus, Torino e RomaA�ma il motivo A? molto facile da intuire: infatti per le suddette squadre settimana prossima ci sarA� la partita di Youth League e quindi i rispettivi allenatori hanno chiesto espressamente al Ct di non chiamare i loro ragazzi, che potranno essere comunque tra i possibili convocati per l’Europeo di categoria.A�L’ipotetica (ma non troppo) lista degli esclusi eccellenti A? piA? ricca che mai: tra le fila delA�Torino sicuramente uno dei piA? papabiliA�A? il portiere Zaccagno,A�sempre presente nelle scorse convocazioni e che sarA� in lizza per il posto da titolare tra i pali; insieme a lui troviamoA�Edera,A�convocato in passato dal Ct Vanoli ma che forse non avrebbe partecipato al prossimo raduno visto il minutaggioA�ridotto concessogli da un Moreno Longo che si aspetta di piA? dal suo esterno offensivo. Tra i grandi assenti di scuolaA�Juventus troviamo invece, oltre al portiere Audero, il difensore Romagna (che ha ha figurato spesso tra i convocati di Vanoli) e l’attaccanteA�Favilli, autore di un ottimo inizio di stagione e da poco convocato in Serie A da MassimilianoA�Allegri.A�Chiudono l’elenco dei “dispensati”A�i ragazzi della Roma di mister De Rossi:A�si tratta di Bactefort Marchizza e D’Urso, cheA�si stanno mettendo in luce in questo avvio di stagione ed erano a loro volta giA� stati inseriti nelle precedenti liste dei convocati stilate dal commissario tecnico.A�La tendenza, quindi, A? chiara: la FIGC cede il passo ai club, che potranno contare sui loro giovani talenti per le sfide di Youth League in programma la prossima settimana. Una scelta che non sappiamo quanto sia dettata dalla volontA� di permettere ai ragazzi di misurarsi al massimo livello continentale con le rispettive formazioni oppure dal maggior speso specifico delle societA� rispetto a quello esercitato dalla Federazione stessa. Un dilemma forse insolubile, che perA? priverA� di fatto la Nazionale Under 19 di alcuni dei suoi migliori prospetti in un raduno molto importante per definire l’assetto di un gruppo che sarA� chiamato a conquistare l’accesso alla fase A�lite di qualificazione nel gruppo che vedrA� gli azzurrini opposti ai pari etA� di Inghilterra, Macedonia e Finlandia.

Leave a Comment

(required)

(required)