Youth League, MVP matchday 2: Aidan Nesbitt, the hat-trick hero

Youth League, MVP matchday 2: Aidan Nesbitt, the hat-trick hero

Per concludere in bellezza questa seconda giornata della Youth League, Mondoprimavera vi porta alla scoperta del miglior talento messosi in luce in questa due giorni europea. Il giovane in questione A? lo scozzese Aidan Nesbitt, autore di una tripletta nella manita rifilata dal Celtic ai finlandesi dell’HJK Helsinki.

STORIA- Adam Nesbitt, nato il 5 Febbraio del 1997, A? uno dei prospetti piA? brillanti del panorama calcistico scozzese. La sua formazione e crescita calcistica A? praticamente firmata dal Celtic, infatti il giovane trequartista ha vestito sin da piccolo la maglia a strisce bianche e verdi e con in tasca un grande sogno, ovvero quello di difendere quei colori al Celtic Park. Questo desiderio non sembra essere tanto lontano, infatti alla luce di ciA? che ha fatto (e sta ancora facendo) vedere con le varie selezioni dei “Celts” prima o poi lo vedremo stabilmente in prima squadra. Il suo primo grande traguardo A? stata sicuramente la vittoria della Glasgow Cup 2014 (torneo organizzato dai Rangers Glasgow e dove si scontrano le varie selezioni giovanili di Celtic, Rangers,A�Clyde, Partick Thistle, Queen’s Park), sulla quale il giovane Nesbitt ha inciso il proprio nome mettendo a segno una delle due reti decisive ai fini della vittoria del trofeo. L’anno successivo la stagione si apre con un infortunio che lo tiene lontano dal campo per qualche mese, ma questo non cambia di una virgola il suo rendimento sul terreno di gioco: infatti il giovane trequartista scozzese mette la firma anche sulla vittoria della Scottish Youth Cup, ancora contro i rivali del Rangers Glasgow (motivo in piA? per vederlo in prima squadra), annichilendoli con una superba tripletta (per questo A? stato ribattezzato dal sito ufficiale del Celtic come Hat-trick hero). Con l’avvento della nuova stagione, perA?, il vizio dell’hat-trick non sembra essere andato via, infatti alla sua prima comparsa in un palcoscenico prestigioso come quello della Youth League (per la prima volta aperto anche alle squadre vincitrici dei rispettivi campionati nazionali) il buon Nesbitt si A? presentato con l’ennesima tripletta, stavolta a pagare dazio sono stati finlandesi dell’HJK Helsinki, i quali al ritorno lo marcheranno sicuramente con un occhio di riguardo per limitare i danni. Per quanto riguarda la prima squadra, invece, il giovane talento dei “Celts” ha giA� avuto l’occasione di saggiare il Celtic Park con il debutto in League Cup, seppur per pochi minuti, nel match vinto dai suoi per 2-0 contro ilA�Raith Rovers, anche se si puA? stare certi sul fatto che in futuro lo vedremo ancora calcare il prato perfetto del Celtic Park.

NAZIONALE- Ovviamente le sue grandi prestazioni a livello giovanile con la maglia del Celtic sono state accompagnate dalle contemporanee chiamate con le varie selezioni nazionali scozzesi. Infatti Nesbitt, tra U16 e U19, ha collezionato la bellezza di 15 presenze condite anche da una rete (arrivata nel match vinto per 3-1 contro il Belgio U17 durante le qualificazioni all’Europeo U17). Senza dubbio quest’ultima competizione rappresenta il punto piA? alto raggiunto dal giovane nella sua carriera internazionale, in quanto la UEFA lo ha premiato inserendolo nella TOP 11 dell’ultima fase finale del torneo, disputatasi in quel di Malta e che ha visto la Scozia cadere solo al cospetto dell’Olanda in semifinale.

Nesbitt

Esultanza di Nesbitt nella gara vinta 5-2 contro i Glasgow Rangers. Fonte foto: dailyrecord.co.uk

STILE DI GIOCO- Nato come esterno di attacco in un ipotetico 4-3-3, nel corso del tempo ha arretrato la sua posizione sino a trovare quella perfetta nel 4-2-3-1 sperimentato nelle giovanili del Celtic e dove lui ricopriva egregiamente il ruolo di centrocampista esterno nei tre a supporto dell’unica punta. Utilizzabile anche come ala o trequartista, il giovane Nesbitt si A? perA? fatto conoscere come estroso esterno di centrocampo, posizione dove emergono al 110% tutte le sue qualitA�. Dotato di un fiuto del gol davvero sviluppato, se combina quest’ultimo con il suo dribbling mortifero per la difesa avversaria sono davvero guai; un chiaro esempio A? il primo gol messo a segno nella finale di Scottish Youth Cup, dove il numero 10 dei “Celts” prima ha mandato al bar ben tre avversari e poi ha infilato il portiere avversario con una conclusione chirurgica in diagonale. Un’altra sua grande qualitA� A? senza dubbio la sua visione di gioco, infatti il giovane talento scozzese ha la capacitA� di leggere il gioco particolarmente in fretta e, grazie a ciA?, A? in grado anche di scardinare l’intero sistema difensivo con un solo tocco di prima. Nonostante non possieda un fisico statuario, quando A? palla al piede il gap con i vari difensori sembra scomparire e fermarlo diventa davvero difficile; a supporto di questa affermazione c’A? un dato curioso, infatti il numero 10 A? il giocatore con piA? falli subiti della sua squadra, sintomo di come i vari avversari debbano stenderlo per porre un freno alle sue folate offensive. Infine l’ultima una grande caratteristica A? anche la fase di assistenza, infatti il giovane scozzese non A? solo letale in fase realizzativa ma sa il fatto suo anche quando c’A? da servire un compagno, momento in cui emergono la sua abilitA� nel trovare il fondo e mettere il pallone all’interno dell’area di rigore, rifornendo cosA� la punta di peso.

https://www.youtube.com/watch?v=XAripvb6fAY

Nome: Bactefort A�Aidan Nesbitt

NazionalitA�:A�Scozzese

Data di nascita:A�05/02/1997

Carriera:A�Celtic (2005-)

Posizione:A�trequartista/ala

Piede preferito: destro

Attachment

Nesbitt Nesbitt

Leave a Comment

(required)

(required)