Youth League, Juventus-Siviglia 0-1: successo spagnolo, bianconeri poco concreti

Youth League, Juventus-Siviglia 0-1: successo spagnolo, bianconeri poco concreti

LA PARTITA

Perde anche la seconda gara di Youth League la Juventus Primavera contro un ben organizzato Siviglia. Dopo la sconfitta contro il City, le ‘zebrette’ cedono alle ripartenze ed alla solidità difensiva spagnola.
Grosso sceglie un 3-5-2 che vede nei 3 centrali di difesa Filippo Romagna, spesso impiegato come regista di centrocampo, assistito da Vogliacco e Severin. Ci prova subito la Juventus all’ottavo minuto. Pellini prende la mira e cerca l’angolino ma il portiere blocca. Partita compassata, ma i bianconeri tengono il pallino del gioco e gestiscono bene la gara. Proprio per questo è una sorpresa, al 24′, il vantaggio del Siviglia con Shved: uno-due che manda il numero 11 al cross basso e gol di Shved che calcia male ma trova comunque il gol da pochi metri. 0-1 per gli spagnoli e partita subito in salita per la squadra di Grosso. La Juventus continua a spingere e nelle prima frazione contiamo almeno due casi da moviola: prima l’uscita pericolosa del portiere Soriano che travolge Clemenza e rischia il rosso, poi il fallo su Favilli in area, che viene atterrato dal difensore spagnolo. L’arbitro non interviene in nessuno dei due casi. Al 30′ ed al 40′ sono i bianconeri ad avere due ottime occasioni, ma prima la spreca Favilli di testa mandando alto sopra la traversa, poi ci provano di seguito Clemenza, Favilli e Pellini, ma la difesa respinge.
La seconda frazione vede subito i bianconeri in avanti in cerca del pareggio e va vicinissima al gol prima con Muratore e poi con Favilli. È un assolo della Juventus per 20 minuti, gli spagnoli riescono ad agire solo in contropiede e le occasioni per i torinesi non mancano. Al 63′ Clemenza mira l’angolino basso a sinistra e prova il tiro a giro da fuori, che viene salvato dalla difesa bianco-rossa. Cambia tutto al 69′ mister Grosso: entrano Pozzebon e Kastanos, escono Eleuteri e Pellini, con conseguente cambio modulo in favore del 4-2-3-1. Il risultato non si smuove dallo 0-1 ed è il Siviglia all’81’ ad avere il pallone per chiudere la partita. Mani di Favilli in area, rigore per gli spagnoli. Si presenta Sanchez dal dischetto, ma il giocatore del Siviglia spara addosso a Del Favero che para il rigore e mantiene il risultato sull’1-0. La Juventus tiene il possesso palla – come per tutti e 90 minuti – ma senza concretezza e senza riuscire a superare la ben organizzata difesa del Siviglia. La partita termina sull’1-0 dopo 5 minuti di recupero.
Il City vince contro il Moenchengladbach, il girone recita: Manchester City 6, Siviglia 6, Juventus 0, Moenchengladbach 0. La qualificazione sembra un miraggio.

IL TABELLINO

Marcatori: 25′ Shved

JUVENTUS (3-5-2): Del Favero, Eleuteri (69′ Pozzebon), Severin, Vogliacco, Zappa, Pellini (69′ Kastanos), Romagna, Muratore, Clemenza, Bove (78′ Macek), Favilli. A disp: Consol, Kastanos, Macek, Coccolo, Pozzebon, Morselli, Tourè. All: Grosso.

SIVIGLIA (4-2-3-1): Soriano, Gonzalo, Arno, Eliseo, Juanmi, Genaro, Brice, Colmenero (88′ Martìn), Sanchez (91′ Mena Rodriguez), Shved (56′ Cera), Nané. A disp: Perez, Cera, Mena Rodriguez, Felipe, Chuma, Romero, Martin. All: Lopez Paez.

Leave a Comment

(required)

(required)