Viareggio Cup, Torino: la vittoria e il momento dei granata, l’esordio di Danza e le parole di Longo

Viareggio Cup, Torino. Il Torino di Moreno Longo ha conquistato oggi la seconda vittoria consecutiva al Torneo di Viareggio ai danni dell’Empoli: risultato finale 1-0. Dopo il 2-0 inferto al Santos Laguna, i tre punti sono stati conquistati oggi grazie all’unico gol della gara segnato da Lescano su assist di Morra, uno dei migliori della partita. Gran momento del Torino, da più punti di vista: il Campionato, al momento fermo, vede gli uomini di Longo lottare per la vetta del Girone A insieme alla Fiorentina, il calciomercato ha consegnato all’allenatore degli uomini interessanti che potrebbero aumentare il tasso tecnico della squadra e poi le due vittorie al torneo che li vede primi nel loro girone e già qualificati agli Ottavi di Finale. A proposito di nuovi innesti, oggi è entrato a partita in corso Dejan Danza, uno degli acquisti più interessanti dell’ultima finestra di mercato: il centrocampista classe ’95 ha toccato pochi palloni, ma ha messo in mostra le proprie caratteristiche arrivando anche a sfiorare la traversa con un tiro da fuori area. Prossima partita? Ci saranno i ragazzi di Gentilini della Rappresentativa di Serie D che possono ancora aspirare, in caso di vittoria proprio contro i granata, al primo posto nel girone. La partita di oggi contro l’Empoli non è stata eccellente, però il Torino ha dimostrato di essere una grande squadra, una di quelle che riesce a portare a casa il risultato nonostante la prestazione visto che l’Empoli avrebbe meritato ampiamente il pareggio. Come la pensa mister Longo? Per rispondere a questa domanda riportiamo l’intervista realizzata oggi nel post partita da Diego Fornero di Toronext. Ecco quanto sottolineato da MondoPrimavera: “Questa rosa sta facendo bene oltre le aspettative. Ci siamo presentati in questa stagione con un gruppo completamente rinnovato, abbiamo cambiato modulo ed arrivavamo da una Finale Scudetto persa ai rigori. Siamo tornati competitivi, ma non abbasseremo la guardia. Scudetto? Difficile parlarne in questa fase della stagione. L’importante non è vincere, va bene vivere la cultura del risultato, che diventerà pane quotidiano per questi ragazzi quando saranno professionisti, ma il settore giovanile deve formare calciatori sotto tutti gli aspetti. Oggi, ad esempio, negli ultimi venti minuti la squadra ha dimostrato di saper soffrire e di esserci anche con la testa e con la mentalità. Durante la partita abbiamo cambiato diverse volte l’assetto, oggi ho visto una squadra matura, che sapeva quello che faceva in campo e non posso che essere soddisfatto. Sono contento di come ha lavorato anche la linea difensiva, non dovevamo dare loro la possibilità di innescare un taglio o l’inserimento della mezzala. Danza? E’ un giocatore di qualità, che vede la giocata. Oggi si è trovato subito a suo agio e ha offerto una buona prestazione. E’ una soddisfazione esserci qualificati, risparmiare qualche forza per l’ultima partita del girone, in un torneo così dispendioso, non farà male”.
[xyz-ihs snippet=”banner-toronext”]

Leave a Comment

(required)

(required)