Uefa Youth League: prima parte all’insegna del pareggio, colpi esterni per Gent e Dinamo Zagabria

Uefa Youth League: prima parte all’insegna del pareggio, colpi esterni per Gent e Dinamo Zagabria

La seconda giornata della fase a gironi della Uefa Youth League comincia all’insegna del segno “X”, infatti delle 10 partite in programma ben 6 terminano con un risultato di parità.

ROMA ANCORA PAREGGIO, IL BAYER PROVA LA MINI-FUGA- I risultati del Gruppo E rispecchiano fedelmente l’andamento della prima parte della seconda giornata della Youth League, dove a dominare è stato il risultato di parità. Nulla da fare per la Roma, che, dopo l’ottimo pareggio strappato in casa contro il Barcellona, si scontra contro il muro difensivo eretto da un ottimo BATE Borisov (clicca qui per leggere la cronaca del match), mentre il Bayer Leverkusen prova la mini-fuga bloccando i blaugrana tra le mura amiche. Termina con il punteggio di 1-1 il match del “Mini Estadi”, dove prima si assiste alla rete del vantaggio dei padroni di casa firmata da Montes (primo centro europeo) e poi a quella del definitivo pareggio di Paul Gemein, che salva i suoi in zona cesarini.

Roma-Bate Borisov 0-0

Barcellona-Bayer Leverkusen 1-1 (Montes; Gemein)

Classifica: Bayer Leverkusen 4, Barcellona e Roma 2, BATE Borisov 1.

ARSENAL A PUNTEGGIO PIENO, LA DINAMO ZAGABRIA SCONFIGGE IL BAYERN- Tutta un’altra storia, invece, nel Girone F, dove le due partite in programma fanno registrare due vittorie delle quattro totali. A punteggio pieno l’Arsenal, che risolve la pratica greca dell’Olympiacos con una sofferta “win” per 3-2. Una partita strana quella giocata al Meadow Park di Borehamwood, le due squadre provano un allungo ma in entrambi i casi viene sempre rimontato: il primo tentativo arriva al settimo minuto di gioco con la rete del vantaggio ospite di Giorgos Manthatis (centrocampista classe ’97 al primo gol in Europa), che però viene riequilibrata dal guizzo del difensore spagnolo dei Gunners Julio Pleguezuelo al 14esimo minuto di gioco, mentre il secondo arriva ad inizio ripresa ed è degli inglesi, che passano in vantaggio con un penalty realizzato da Ben Sheaf (seconda rete in questa Youth League) salvo poi essere ripresi poco dopo dallo spunto del centrocampista greco Thanasis Androutsos, A decidere, alla fine, è il difensore spagnolo Pleguezuelo, che intorno all’ora di gioco firma la sua doppietta personale e regala ai suoi tre punti importanti siglando la rete del definitivo 3-2. Importante vittoria anche per i croati della Dinamo Zagabria, che con un decisivo uno-due ad inizio partita mette ko il Bayern e si porta a casa i tre punti: le due reti croate portano la firma di Ivan Bozic, freddo nel realizzare un tiro dagli undici metri, e Josip Brekalo, punta classe’98 che trova la rete del raddoppio al 18esimo minuto di gioco; inutile la reti di Michael Strein che nei cinque minuti finali accende la speranza ma non da il via alla rimonta.

Arsenal-Olympiacos 3-2 (2 Pleguezuelo, Sheaf; Manthatis, Androutsos)

Bayern Monaco-Dinamo Zagabria 1-2 (Bozic, Brekalo; Strein)

Classifica: Arsenal 6, Olynpiacos e Dinamo Zagabria 3, Bayern Monaco 0.

Pleguezuelo

Julio Pleguezuelo, maych-winner contro l’Olympiakos. Fonte foto: skysports.com

IL CHELSEA FRENA IN PORTOGALLO, PARI TRA MACCABI E DINAMO KIEV- Un altro gruppo all’insegna del pareggio è stato il Gruppo G, dove i due match in programma sono terminati con il segno X. Gol e spettacolo nel big match tra i campioni in carica del Chelsea e i Dragoni del Porto, che si dividono la posta in palio con un rocambolesco pareggio per 3-3. Una partita pazza quella andata in scena al “Centro de Treinos e Formação Desportiva” di Vila Nova de Gaia (Porto), dove i “Blues” sembrano chiudere il match con un sontuoso 0-3 salvo poi subire una clamorosa rimonta. La partita comincia subito in salita per i padroni di casa del Porto, che nel giro di 26 minuti si trovano sotto addirittura di tre reti a causa delle marcature di Kasey Palmer (terzo gol in 2 presenze), Josimar Quintero (centrocampista ecuadoriano classe ’97 cresciuto nella cantera del Barcellona) e Kyle Scott (alla prima gioia in Youth League), ma che poi riaprono il match poco dopo grazie al rigore realizzato da João Cardoso. La remuntada si completa nel corso della prima parte della ripresa, dove grazie alle reti di Tony DjimRúben Macedo (entrambi in forza alla seconda squadra del Porto) i Dragoni agguantano un insperato pari. Succede tutto nel giro di due minuti, invece, nel match tra Maccabi Tel-Aviv e la Dinamo Kiev, dove prima si assiste al vantaggio ospite firmato da Bogdan Mykhaylichenko al 21esimo minuto di gioco e poi alla risposta dei padroni di casa che porta la firma del centrocampista classe ’97 Gavriel Kanichowsky.

Maccabi Tel Aviv-Dinamo Kiev 1-1 (Kanichowsky; Mykhaylichenko)

Porto-Chelsea 3-3 (João Cardoso, Tony Djim, Ruben Macedo; Palmer, Quintero, Scott)

Classifica: Chelsea e Dinamo Kiev 4, Porto e Maccabi Tel Aviv 1.

IL LIONE FA 2 SU 2, CALLEBAUT AFFONDA LO ZENIT- Due vittorie di misura nel Gruppo H, dove il Lione fa due su due mentre il Gent conquista i primi tre punti espugnando il campo dello Zenit San Pietroburgo. All’Olympique Lione basta uno spunto del centrocampista classe ’97 Yoann Martelat per avere la meglio sui pari età del Valencia, mentre i Belgi del Gent espugnano la “Minor Sport Arena Petrovsky” di San Pietroburgo grazie al guizzo del mediano belga Jeff Callebaut ad inizio ripresa.

Olympique Lione-Valencia 1-0 (Martelat)

Zenit San Pietroburgo-Gent 0-1 (Callebaut)

Classifica: Lione 6, Gent e Valencia 3, Zenit San Pietroburgo 0.

DOMESTIC PATH- Per quanto riguarda la parte del tabellone delle squadre campioni dei rispettive competizioni nazionali, oltre al pareggio a reti bianche del Torino (clicca qui per la cronaca), va segnalato il pari con il punteggio di 2-2 tra i bielorussi dell’FK Minsk e i Romeni del Viitorul. La partita comincia subito bene per i padroni di casa, che riescono ad andare sul doppio vantaggio grazie alle reti di Besmertni e Bahar, ma che poi si fanno rimontare clamorosamente a causa del gol realizzato da Marin e al rigore trasformato dl centravanti Ciobanu.

Senica-Torino 0-0

FK Minsk-Viitorul 2-2 (Besmertni, Bahar; Marin, Ciobanu)

 

Attachment

Pleguezuelo

Leave a Comment

(required)

(required)