Tommasi a tutto campo: “Seconde squadre fondamentali per lanciare i giovani”

  • Filippo Ferraioli
  • in

Le seconde squadre sono ormai da tempo un tema di stretta attualità per il calcio italiano, con lo scontro tra sostenitori e detrattori  della loro introduzione che si trascina nelle sedi istituzionali del pallone del Bel Paese. L’ultimo ad intervenire sull’argomento è stato Damiano Tommasi, presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, che ha parlato a tutto campo in un’intervista rilasciata ai microfoni del sito dell’esperto di mercato Gianluca Di Marzio. Queste le parole di Tommasi: “Le seconde squadre sono un tema che ho preso particolarmente a cuore e del quale non mi stancherò mai di parlare, anche se vorrei evitare che diventasse un semplice ritornello. Nel nostro calcio è ormai conclamata la mancanza di uno step intermedio tra la Primavera e la prima squadra. Fino a qualche anno fa questo ruolo di “cuscinetto” era svolto dal campionato di Lega Pro, ma adesso si sta evidenziando la necessità dell’introduzione di qualcosa di diverso per aiutare la crescita dei nostri giovani. Possiamo imparare molto dall’esperienza dei paesi più all’avanguardia del calcio europeo, campionati nei quali se un ragazzo vale e ha qualità potrà avere la sua chance a prescindere della carta d’identità. In Italia invece, salvo rari casi di ragazzi come De Rossi o De Sciglio che riescono subito ad imporsi in prima squadra, la maggior parte dei giovani finisce a giocare in Serie B o in Lega Pro, perdendo così anni di esperienza fondamentali rispetto ai loro coetanei che all’estero riescono subito ad accumulare esperienza anche a livello internazionale”.

Leave a Comment

(required)

(required)