Spal, parla Varricchio: “Questi primi mesi da allenatore sono stati un’esperienza totalmente positiva”

Massimiliano Varricchio allenatore della Berretti della Spal, ha intrapreso da poco la carriera di tecnico, poichè ha smesso la sua carriera agonistica nel luglio del 2014, quindi pochi mesi fa. la sua ultima squadra è stata proprio la società biancazzurra ferrarese che gli ha dato questo importante compito di plasmare i giovani del vivaio per essere pronti per la prima squadra. Questa intervista è stata pubblicata sul giornale la Nuova Ferrara, e MondoPrimavera ha raccolto un breve estratto dove il mister parlava della Berretti, ecco le sue parole: “Questi primi mesi hanno rappresentato un’esperienza totalmente positiva. E’ bello il rapporto che ho con i ragazzi a cui voglio un gran bene. Ovviamente ho tanto da imparare e Massimiliano Zanoli mi dà una grande mano, ma cerco di trasmettere la passione per quello che faccio, la passione del gioco del calcio, le esperienze vissute.” Varricchio continua parlando di alcuni risultati: “La grande delusione è stata il 6-1 contro l’Inter, però sono partite che ti fanno crescere. Difettiamo ancora in fase di finalizzazione, ma c’è stata una crescita dal punto di vista dell’intensità, della determinazione e voglia di arrivare. Infatti abbiamo raccolto 7 punti in altrettante gare, poi 15 nelle successive sette. Chiuderemo l’andata a Forlì, ma finora sono soddisfatto. Curci e Merighi? Curci col San Marino ha mostrato quella personalità che deve abbinare alle sue potenzialità tecnico-tattiche. Merighi si allena con grandissima determinazione e applicazione. Ha un ottimo senso tattico, può essere impiegato in qualsiasi ruolo. Nuovi acquisti? Da poco si sono aggregati due nuovi acquisti: Enrico Raspadori (’97) esterno dal Sassuolo e Paolo Rosetti (’97), punta, dall’Imolese.”

Molti giocatori della Spal hanno esordito nel corso della stagione, molti hanno giocato anche in Coppa Italia, per far rifiatare i giocatori più impiegati e oltre i già citati dal mister ne troviamo sicuramente altri, come il difensore Laquaglia , l’attaccante Scarpi, ormai sempre convocato in prima squadra, Atzori, figlio d’arte che si è anche tolto la soddisfazione di segnare con i grandi e i vari Sorrentino e Concas, altri due che bene stanno facendo con la Berretti e che si sono guadagnati la chiamata con i “grandi” della Spal.

Leave a Comment

(required)

(required)