Sebastian Vegas, il “nuovo Samuel” cileno che ha stregato il Barça

Sebastian Vegas, ecco l’ennesima giovane promessa sudamericana, classificata come talento e col sogno di diventare un campione. Il suo nome completo è Sebastián Ignacio Vegas Orellana, è nato a Santiago del Cile il 4 dicembre 1996 ed è un difensore centrale. Un ottimo difensore centrale, un mancino come non se ne trovano facilmente, assicura chi l’ha visto all’opera. Attualmente milita nell’Audax Italiano, e fin da giovanissimo ha sempre dimostrato una grande padronanza del ruolo, tanto da aver già attirato l’attenzione di molti club europei. E’ all’Audax da quando ha 10 anni: il club cileno lo ha fatto anche studiare e diplomare, oltre a insegnargli calcio in un vivaio che in passato ha prodotto calciatori del calibro di Fabian Orellana e Franco Di Santo. Vegas ha immediatamente mostrato le sue doti, diventando perno della difesa e capitano fin dalle prime gare disputate con i “Los Tanos”. Può essere definito un difensore completo, forte fisicamente, abbastanza veloce, bravo nell’anticipo e dotato di un’ottima tecnica. Uno dei suoi punti forti è anche il colpo di testa, che lo rende quasi imbattibile sulle palle alte e nella difesa della propria area. Per caratteristiche tecniche ma anche per il carisma che porta in campo nonostante la giovane età, ricorda molto l’ex difensore di Inter e Roma Walter Samuel. Nei cinque anni trascorsi nella cantera dell’Audax, Vegas ha disputato 120 gare, realizzando anche 44 reti, non poche considerando il suo ruolo di difensore. Le sue giocate non sono passate inosservate perfino al Barcellona, che qualche anno fa invitò il ragazzo, poco più che 14enne, ad allenarsi per un mese con la formazione Juvenil A. Un’esperienza che lo stesso ragazzo ha definito estremamente positiva. Il debutto ufficiale con l’Audax avviene il 7 luglio 2013 in Copa Chile, mentre in campionato cileno la prima gara è datata 10 agosto 2013. Da quel momento, Vegas è diventato un punto fermo della squadra, accumulando numerose presenze nella Primera Division e nelle varie competizioni nazionali. La rapida crescita professionale gli ha regalato anche la prima convocazione con la nazionale maggiore cilena, arrivata nel novembre 2013. Nel frattempo, continua il forte interessamento del Barcellona, che continua ad inviare emissari in Cile per seguire la crescita del ragazzo. Anche alcuni club italiani si sono interessati a lui, in particolare le due milanesi e la Juventus, oltre all’Udinese, da sempre molto attenta alle giovani promesse straniere.

 

Leave a Comment

(required)

(required)