Puscas: ”Sogno la prima squadra, Palacio è un esempio. Quel provino all’Arsenal…”

  • Filippo Ferraioli
  • in

(Foto: Micaela Bernasconi)

George Puscas è il volto dell’Inter che ha iniziato il Campionato Facchetti 2014/2015 col piglio della grande favorita. L’attaccante romeno classe 1996 sta trascinando a suon di gol i nerazzurri allenati da mister Vecchi, che comandano in solitaria il girone B dopo le prime tre gare. Il rendimento del baby bomber non è certo una sorpresa per Roberto Samaden e gli uomini del settore giovanile dell’Inter, ma le 9 reti in tre partite giocate lo hanno portato anche all’attenzione di Walter Mazzarri, che sta pensando di convocarlo per il match casalingo contro il Cagliari . Il ragazzo è stato intervistato dai microfoni di DigiSport Special, per parlare del suo devastante impatto sulla stagione appena iniziata e sui sogni e gli obiettivi per il futuro. Queste le parole di Puscas, riportate da FcInterNews: “Il gruppo della Primavera è fantastico, e in questo inizio di stagione sto riuscendo a migliorare giorno dopo giorno e a esprimermi al massimo delle mie potenzialità. La nostra rosa è fatta di tantissimi ragazzi di grande qualità, siamo riusciti a partire col piede giusto e lavoriamo per riuscire a mantenere questo ritmo anche nel corso della stagione. La prima squadra? Inutile nascondersi, faccio del mio meglio ogni giorno per riuscire a raggiungerla il prima possibile. Ho parlato con mister Mazzarri già durante la scorsa stagione, quando mi disse che se avessi continuato ad essere serio e a rimanere concentrato sul mio lavoro sarebbe arrivato anche il mio momento. Arrivare nel gruppo della prima squadra sarebbe il massimo, anche perché qui all’Inter sto coronando il sogno che avevo da bambino, vale a dire quello di giocare in un top club europeo. Se dovessi fare il nome di un giocatore che mi ha particolarmente impressionato direi senza alcun dubbio Rodrigo Palacio: è un professionista impeccabile dentro e fuori dal campo, e non perde mai occasione per dare consigli preziosi ai giovani come me. Prima di arrivare qui avevo svolto anche un provino all’Arsenal nel 2012, una tappa importante per la mia crescita. L’Inter però mi cercò con insistenza, e insieme al mio agente accettammo l’offerta senza pensarci due volte. Ho un contratto fino al 2017, ma spero di rimanere a lungo qui a Milano”.

Leave a Comment

(required)

(required)