Primavera, Sampdoria-Novara 3-1: ripresa scoppiettante, i blucerchiati fanno valere il fattore campo

Primavera, Sampdoria-Novara 3-1: ripresa scoppiettante, i blucerchiati fanno valere il fattore campo

LA PARTITA

Nel lunch match del sabato si gioca SampdoriaNovara, gara valida per la 4^ giornata del Girone A del Campionato Primavera. Sul terreno in erba sintetica di Sestri Levante va in scena un match che vede le due formazioni a caccia di punti per rilanciare una stagione iniziata col freno a mano tirato: i padroni di casa, che vedono mister Invernizzi all’ultima gara in panchina (dalla prossima settimana ci sarà Masi alla guida della Primavera blucerchiata, ndr.), vogliono dare continuità al successo ottenuto nell’ultimo turno di campionato; il Novara di mister Gattuso, dal canto suo, è deciso a cancellare lo zero dalla casella delle vittorie stagionali, per dare colore a una classifica che vede i piemontesi con un solo punto all’attivo dopo le prime tre giornate.
Il primo tempo di Sampdoria-Novara è decisamente avaro di emozioni: sono gli ospiti a partire meglio, con Muslimovic che cerca la via del gol con due colpi di testa rispettivamente al 2’ e all’8’, senza però riuscire a impensierire Massolo. La reazione della Samp è affida a un tiro cross di Vrioni dalla destra, col pallone che attraversa tutta l’area di rigore senza che nessun giocatore in maglia blucerchiata riesca a intervenire per deviare verso la porta avversaria. Dopo i sussulti iniziali il match sonnecchia fino al tramonto della prima frazione, quando il Novara ha a disposizione una buona chance per passare in vantaggio: Torregrossa controlla a centro area e calcia verso la porta, trovando però il doppio intervento di due difensori che si immolano per salvare lo 0-0 sul quale le due formazioni tornano negli spogliatoi per l’intervallo.
L’inizio di ripresa si presenta fin da subito diametralmente opposto rispetto al canovaccio del primo tempo. Il match sale immediatamente di tono, e dopo cinque minuti la Sampdoria beneficia di un calcio di rigore che potrebbe sbloccare il risultato: sul dischetto si presenta Calò, che incrocia col destro stringendo però troppo l’angolo di tiro e mandando il pallone largo alla sinistra della porta difesa da Frattini. L’occasionissima gettata alle ortiche non demoralizza i blucerchiati, che continuano ad attaccare e vengono premiati al 58’: Vrioni lavora ottimamente un pallone al centro dell’area di rigore, la sfera finisce sui piedi dell’accorrente Serinelli che dribbla splendidamente un avversario con un colpo di tacco prima di scaricare un sinisto incrociato che fredda il portiere ospite portando in vantaggio i suoi. La Samp non si ferma e continua ad attaccare, e pochi secondi dopo una bella parata di Frattini, che vola a deviare in corner un colpo di testa di Varga, trova il gol del raddoppio: sugli sviluppi del calcio d’angolo il pallone attraversa tutta l’area piccola, Ponce si avventa sul secondo palo e da due passi schiaccia in rete di testa per il 2-0 doriano. Il Novara sembra alle corde, ma con un guizzo improvviso riesce a rimettersi in partita: Defilippi spinge ingenuamente Salvatore dentro l’area di rigore, il direttore di gara decreta la massima punizione e Torregrossa non trema dal dischetto, spiazzando Massolo e accorciano le distanze al 72’. Gli ospiti prendono coraggio, mister Gattuso prova a giocarsi tutte le carte offensive a propria disposizione ma al 78’ arriva la rete che chiude definitivamente i giochi: Calò si libera sul lato di destra dell’area di rigore e mette al centro, Frattini tocca il pallone senza però riuscire ad allontanarlo e per Merkaj è un gioco da ragazzi depositare in rete il gol del 3-1 che di fatto chiude il match. La Sampdoria centra così il secondo successo consecutivo, con mister Invernizzi che si congeda nel migliore dei modi lasciando al nuovo tecnico Masi una squadra con sei punti all’attivo. Per il Novara la vittoria continua invece a rimanere un tabù, e la squadra di mister Gattuso incappa nel terzo k.o. rimediato nelle prime quattro giornate di campionato.

IL TABELLINO

Marcatori: 58′ Serinelli, 65′ Ponce, 72′ Torregrossa (N), 78′ Merkaj

Sampdoria: Massolo, Barry (81′ Guida), De Filippi, Matulevicius, Varga, Serinelli, Bacigalupo, Caló, Ponce, Baumgartner (77′ Tissone), Vrioni (69′ Merkaj). A disp.: Gallino, Gilardi, Cioce, Di Nardo, Dotto, Tommasini, Bondi, Cavagnaro. All.: Giovanni Invernizzi

Novara: Frattini, Arcuri (73′ Bollini), De Rosa, Collodel, Davighi, Beye, Cestagalli, Sanokho (83′ Bolis), Parravicini, Torregrossa, Muslimovic (63′ Salvatore). A disp.: Confortini, Bove, Antonielli, Guatieri, Burbi, Lattarulo, Pavesi, Leontini, Ramponi. All.: Giacomo Gattuso

Arbitro: Sig. Perotti di Legnano

Ammoniti: 39′ Defilippi (S), 56′ Serinelli (S), 58′ Beye (N), 67′ Baumgartner (S)

1 Comment

    • forzanovara

      3 ottobre 2015

      Qualcosa non torna.
      Settimana scorsa la squadra di Gattuso ha perso in casa 2 – 4.
      Chi tra quei giocatori ha preso un voto positivo oggi è rimasto fuori.
      Chi è stato insufficiente ha giocato.
      Misteri del calcio moderno

      Reply

Leave a Comment

(required)

(required)