Pescara, 2-2 in extremis col Brescia: Ventola su rigore salva i suoi

Inizia alle 15:00 il match che vede contrapposti Pescara e Brescia al Poggio degli Ulivi, gara molto importante per entrambe le squadre, il Pescara infatti deve rimettersi in carreggiata dopo aver perso contro il Milan in trasferta per 4-0, mentre il Brescia viene da due sconfitte consecutive rimediate contro Milan e Udinese, obbligatorio dunque ritrovare la via della vittoria per i ragazzi di mister Javorcic. Importante la presenza nelle file dannunziane di Victor Da Silva, che gioca questo match per terminare la fase di recupero dopo l’infortunio muscolare che l’ha tenuto fuori in questo inizio di campionato di Serie B. Come rivelatoci da pescarasport24.it, partita un po’ bloccata nel primo tempo, nonostante il primo gol della gara sia giunto al 3′: è il Pescara a portarsi in vantaggio con Denis Di Rocco, la punta pescarese infatti ribatte in porta dopo che il portiere avversario ha chiuso lo specchio della porta a Da Silva, che si era ritrovato a tu per tu con l’estremo difensore in area di rigore. La partita subisce una battuta d’arresto con il gol dei padroni di casa, che cercano di mantenere il pallino del gioco, ma al 17′ arriva il pareggio del Brescia con Seck, ancora una volta a segno quando la sua squadra è in difficoltà: azione molto confusa in area di rigore, l’attaccante numero 9 delle Rondinelle colpisce inizialmente la traversa, la palla ritorna sui suoi piedi e a quel punto l’attaccante classe ’95 la mette facilmente alle spalle di Calore. Con il gol del pari del Brescia, la partita si complica ulteriormente per i Delfini, sono infatti gli ospiti a farsi avanti cercando di creare azioni pericolose senza però far correre pericoli alla retroguardia dannunziana. Verso la fine del primo tempo, si riaffaccia il Pescara con un paio di punizioni di Victor Da Silva, che però non riesce ad impensierire gli avversari; termina così sull’1-1 il primo tempo. Nella ripresa il Pescara si proietta di più in avanti e cerca subito il vantaggio: primo squillo con un tiro di Marzucco ma il tiro è troppo debole e finisce tra le braccia di Gagno. Al 53′ punizione di Paolucci che tira molto bene ma lentamente, il portiere avversario si tuffa e afferra il pallone senza difficoltà; al 58′ arriva il vantaggio del Brescia: Strada si invola in contropiede e piazza in rete battendo Calore, Pescara tramortito e Rondinelle avanti 2-1. I ragazzi di Oddo però non ci stanno, e si riversano con insistenza nell’area avversaria: al 69′ Da Silva fa il fenomeno e dribbla due avversari salvo poi venire atterrato in area, così l’arbitro concede calcio di rigore, ma dal dischetto Di Rocco calcia male e Gagno para negando la gioia della doppietta all’attaccante biancoazzurro. Il Brescia si galvanizza dopo il rigore fallito dagli avversari e mantiene il pallino del gioco, facendo scorrere il tempo: all’86’ il Pescara si risveglia nuovamente, Da Silva si invola sulla fascia e mette in mezzo per Di Sante che però sfiora soltanto e non riesce ad impensierire Gagno. Sembra finita per i Delfini, ma al 94′ un presunto pugno di Gagno nella sua area costa al portiere lombardo l’espulsione e il rigore per il Pescara, che segna il 2-2 all’ultimo secondo con Ventola. Termina così una partita tutto sommato divertente, che ha visto un secondo tempo sicuramente più spumeggiante del primo.

PESCARA: Calore, Ventola, Marzucco, Torreira, Sanni (Milillo 16′ st), Vitturini, Selasi (Iorio 21′ st), Sivestri, Da Silva, Paolucci, Di Rocco (Di Sante 36′ st). A disposizione: Parente, Di Sabatino, Florimbj, Di Rosa, Testi, Guerra, Riolo. All. Massimo Oddo.

BRESCIA: Gagno, Boniotti, Venturi, Mozzanica, Rocchi, Bruno, Comotti (Masperi 7′ st), Bertoli, Seck, Strada ( Ravelli 47′ st) Baraye (Boggian 29′ st). A disposizione: Bondioli, Cistana, Forlani, Provenzano, Rizzola, Said. All. Ivan Javorcic.

Leave a Comment

(required)

(required)