Parma, le parole di Palmieri: ”Grande soddisfazione gli esordi di Esposito e Broh. Che peccato per gli Allievi”

Parma, le parole di Palmieri: ”Grande soddisfazione gli esordi di Esposito e Broh. Che peccato per gli Allievi”

Intervistato dal sito ufficiale del Parma, il responsabile del settore giovanile crociato, Francesco Palmieri, ha parlato dell’annata vissuta dalle formazioni del vivaio ducale, partendo dall’eliminazione degli Allievi: “E’ un vero peccato. Purtroppo c’è da dire che siamo arrivati al match con il Chievo senza pedine importanti come Erlic, Ferrini e Adorni. In più Bruschi e Sarzi non erano in perfette condizioni. In questo senso va sottolineato che le prove dei ragazzi del ’99 che sono scesi in campo sono state buonissime e ci hanno dato un grande apporto. Abbiamo fatto un’ottima prestazione, una volta passati in vantaggio abbiamo anche avuto l’occasione di segnare il 2-0 ma non ci siamo riusciti. In una partita secca dove tutto può succedere ci è mancato solo un pizzico di fortuna. Si poteva andare avanti e il rammarico è grande, ma in un’annata così piena di difficoltà non è mai mancato impegno e passione per il lavoro quotidiano e la maglia del Parma. Sono convinto – spiega Palmieri – che in questo gruppo non mancano ragazzi che possono avere un buonissimo futuro. Le parole di Mirko Esposito nei miei confronti? Mi hanno fatto molto piacere. Lo ringrazio. Le sue parole, come quelle di Geremy lunedì scorso, mi hanno emozionato, mi han dato tanta felicità. A parte il lavoro vuol dire che si costruisce qualcosa anche a livello di rapporto umano. E’ una soddisfazione per tutto il settore giovanile vedere questi ragazzi esordire in prima squadra, hanno fatto tutta la trafila con noi, come altri in passato, vedi Cerri e Mauri, ed è motivo di orgoglio per tutto il club. Ci stiamo operando tutti nella speranza che il Parma possa avere continuità. Ora dobbiamo guardare ai prossimi giorni con fiducia, nella speranza – conclude il responsabile Palmieri – che il patrimonio di giovani che è stato costruito in questi anni di lavoro non vada disperso“.

Leave a Comment

(required)

(required)