Milan, ieri la festa di Natale del settore giovanile

Ieri sera tutte le 11 squadre del settore giovanile rossonero si sono trovate per la tradizionale Festa di Natale al Metropol Dolce & Gabbana. La grande famiglia del Milan tutta unità in occasione delle festività natalizie.
Filippo Galli, Antonella Costa e Mauro Bianchessi hanno dato il benvenuto a tutti, compresi società e i giocatori della prima squadra.

Dopo un video emozionale che ha raccolto i momenti del Milan in questo 2014, sul palco il selfie con “la difesa più grande della storia” come l’ha definita l’amministratore delegato Adriano Galliani: Tassotti, Maldini, Galli e Costacurta.
Prima di entrare in sala, l’ad rossonero ha i giornalisti presenti ha dichirato che “Il Settore Giovanile è il nostro presente, ma soprattutto il nostro futuro. Devono diventare calciatori, ma soprattutto uomini. In questo 2014 abbiamo vinto il Viareggio con la Primavera e conteso la Finale Scudetto ai rigori con gli Allievi Nazionali, ma anche in questa stagione Allievi Nazionali e Giovanissimi Nazionali stanno facendo bene”. Poi si sbilancia sulle giovani promesse della cantera rossonera. “Modic? E’ in pole position, ma seguiamo anche altri talenti, certo anche Locatelli, soprattutto fra i ’98”. Per concludere fa un appello richiamando i grandi club: “il messaggio che lancio però è che il salto dalla Primavera alla Prima squadra è troppo, ci vuole qualcosa in mezzo. Bisogna che la Federazione risolva il problema, sarebbe molto bello se grandi Club come il Milan avessero una seconda squadra”.

Parole di elogio a favore del settore giovanile spese anche da Paolo Maldini, bandiera rossonera che ha raccontato: “Credo che questo appuntamento sia una cosa importante per dimostrare come lavora bene il Settore Giovanile Rossonero. La ricerca dei talenti e la crescita dei ragazzi è alla base di quello che si vede qui stasera. Ci sono tanti settori giovanili che si sono strutturati bene, quello del Milan sin da quando ci giocavo io, ha sempre considerato importante l’idea del gioco e la proprietà di palleggio. I risultati sono buonissimi, anche se in genere nel settore giovanile si dovrebbe guardare non tanto ai risultati ma ai nuovi talenti e alla loro crescita in vista del calcio dei professionisti. E’ molto più difficile far parte del settore giovanile del Milan adesso, una volta era più ristretto ora c’è più concorrenza e professionalità, ma prima di tutto ci devono essere talento e passione. Secondo me l’obiettivo di tutte le squadre del settore giovanile è quello di vedere un giorno esordire i ragazzi in prima squadra, per questo è importante la formazione”.

Presente anche Hachim Mastour che ha deliziato i presenti con qualche giochetto di prestigio con il pallone

Per concludere ha preso parola anche Isaac Akuetteh che a settembre è stato vittima di un bruttissimo incidente. Il giocatore era in prestito al Varese, nella rosa degli Allievi ’99. “Da gennaio” – ha fatto sapere l’Ad Galliani – “rientrerà a casa”

Leave a Comment

(required)

(required)