Meteore: che fine ha fatto… Mathias Cardacio: il ”Pirlo uruguaiano” abbonato ai cambi di maglia

Stagione 2008/2009, il Milan si presenta al via del campionato deciso a dare battaglia all’Inter per la conquista dello Scudetto. La rosa dei rossoneri A? ampia e completa, con la difesa guidata dall’esperienza di Maldini e Nesta, Zambrotta a sgroppare sulla fascia ed un attacco composto da Pato, Shevchenko, Inzaghi, Ronaldinho e Borriello. Ma il vero punto di forza della squadra di Ancelotti A? il centrocampo, con i vari Pirlo, Seedorf, Beckham e Gattuso ad appoggiare KakA� a sostegno delle punte. Tra i “rincalzi”, utili per affrontare una stagione lunga con impegni su piA? fronti, troviamo anche il giovane uruguaiano Mathias Cardacio, acquistato in estate insieme al connazionale TabarA� Viudez per un esborso complessivo di 4,5 milioni di euro.A�Classe ’87, Cardacio approda in rossonero con ottime referenze dopo una buona annata disputata con la maglia del Nacional e con quella dell’Under 20 della Celeste, tanto da venire paragonato al metronomoA�Andrea Pirlo. La sua avventura in Italia, perA?, ci dirA� tutt’altro: in un’intera stagione, Cardacio scende in campo soltanto per due spezzoni di partita, subentrando a Shevchenko all’85 di Milan-Lazio – in Coppa Italia – ed al 78′ di Milan-Palermo, quando la stagione ormai si avvia verso la fine. L’estate seguente svolge il ritiro con la squadra rossonera, ma a fine agosto rescinde il contratto che lo lega al Milan e si svincola, concludendo l’esperienza italiana senza lasciare il segno.

Bactefort

Mathias trascorre cinque mesi senza squadra fino a che, a gennaio del 2010, trova l’accordo con gli argentini del Banfield e torna in Sud America. Con i biancoverdi gioca con continuitA� ma a giugno cambia nuovamente club, passando ai messicani dell’Atlante. Il peregrinare di Cardacio non A? finito e c’A? spazio per un nuovo capitolo in Europa: nell’estate del 2011 viene infatti ingaggiato dai greci dell’Olympiakos Volos, dove rimane per sei mesi senza mai scendere in campo. Torna dunque in Sudamerica, trovando un accordo con i brasiliani del Londrina: l’esito perA? non cambia e Mathias gioca soltanto 4 partite, riuscendo comunque a segnare un gol. Cardacio continua a cambiare maglia ad ogni sessione di mercato: in estate torna in Grecia, dove si accasa all’Asteras Tripolis, poi nel gennaio 2013 vola in Cile al Colo-Colo, dove non calcherA� mai il campo nemmeno per un minuto. Di Mathias CardacioA�si sono ormai perse le tracce e sua ultima esperienza, in ordine di tempo, A? quella in patria con la maglia del Defensor Sporting. Il centrocampista A? tornato a casa dove puA? godersiA�la propria “collezione” di maglie. Almeno fino alla prossima finestra di calciomercato…

Attachment

Mathias Cardacio

Leave a Comment

(required)

(required)