Le promesse della Serie D: alla scoperta di… Matteo Cericola, l’esterno del San Cesareo

Alla scoperta di giovani di sicuro talento e prossimi al salto importante. Dai campi della serie D vi presentiamo un giovane calciatore italiano:

NOME: MATTEO
COGNOME: CERICOLA
DATA E LUOGO DI NASCITA: 05/12/1996 ROMA

Appena diciottenne, nato il 5 dicembre del ’96, interpreta i ruoli di esterno di attacco e di esterno di centrocampo, giocatore con ottime capacità di corsa, di dribbling, utilizza con le stesse abilità piede destro e piede sinistro, tant’è che i suoi allenatori lo schierano ormai da anni indifferentemente in entrambe le fasce del campo. Non disdegna il tiro con un buon fiuto del gol. Ottimo in fase di copertura, forte di una grande generosità nella corsa e nei ripiegamenti difensivi. Mai banali le sue giocate a centrocampo e in attacco, con il gusto tutto personale di metterla in mezzo per i compagni per la finalizzazione delle sue giocate.

La scheda

La già lunga storia calcistica di Matteo Cericola.

Muove i primi passi nella società romana del Vis Nova, anche se si  forma calcisticamente presso la Scuola Calcio Federale dell’ Acqua Acetosa di Roma nella quale rimane per i due anni nella categoria esordienti. Pur destando l’interesse di alcune società come la Vigor Perconti, la Nuova Tor Tre Teste, il Delle Vittorie e del Savio decide con la famiglia di proseguire con il suo allenatore mister Alfonso Giovannini nei Giovanissimi ’96 della Società Futbol che lo sceglie per far parte della squadra per partecipare al campionato Giovanissimi Regionali fascia B 2009/2010, rappresentando l’unica squadra imbattuta del campionato. Pur riconfermato nella prima squadra del Futbol decide di andare alla società Pro Roma che lo aveva richiesto durante il Torneo Silvio Sensi; fa la preparazione atletica con la squadra presso Campo Felice ed i mister Daniele Coletta e Marco Recchioni con i quali partecipa al Campionato Giovanissimi D’ Elite. Oltre al suo naturale ruolo di ala sinistra ha giocato come ala destra, trequartista e all’occorrenza seconda punta, mettendo le sue qualità tecniche a disposizione della squadra e mantenendo in campo sempre un comportamento corretto verso l’arbitro e l’avversario, caratteristiche personali di rispetto che lo guidano anche ai giorni nostri. Da novembre 2010 è a disposizione della società Pro Roma giocando anche sotto età con la categoria Allievi d’Elite ’95; pur cambiando di continuo allenatore ha sempre dimostrato grande capacità di adattamento tanto da giocare come titolare anche con mister Leonardo Capezzoli arrivato a fine stagione. A Maggio 2011, finito il campionato degli Allievi 95 viene chiamato dal Savio e viene scelto per giocare gli Allievi d’Elite nella stagione 2011/2012; viene allenato da mister Marco Muzi e poi da mister Daniele Franceschini. Con quest’ultimo la squadra arriva ai playoff. Nella stagione seguente 2012/2013, all’età di 16 anni, arriva la maturazione calcistica sotto la guida tecnica e il rigore di mister Roberto Belardo: gioca come esterno nel modulo 3-4-3 sempre nel Savio mettendo a segno 12 reti. Viene chiesto in prestito con diritto di riscatto dal Lanciano, società che milita nel campionato di serie B dove gioca nel Campionato Primavera per oltre 1800 minuti, impiegato in 24 partite su 26, oltre alle partite di Coppa Italia con Siena e Roma. Utilizzato da esterno destro o sinistro nel modulo 4-3-3 di mister Salvatore Alfieri facendo 26 presenze su 28 partite giocate e due goal nel Campionato Primavera. Non riscattato dal Lanciano a fine prestito, nella Stagione torna al Savio, squadra con la quale effettua la preparazione estiva prima di essere riscattato dal San Cesareo Calcio in Serie D che occupa la 3° piazza del girone G, dove gioca attualmente come titolare esterno di fascia, in cui ha messo fin’ora a segno 4 goal in 14 presenze e finendo in più di un’occasione nelle top 11 del girone. Sotto osservazione da parte dello staff della Rappresentativa di serie D, partecipa all’ultimo dei tanti raduni di selezione, in prospettiva della formazione del gruppo che dovrà partecipare al Torneo internazionale di Viareggio. Confermato nei 24 convocati da mister Gentilini, è il secondo più piccolo della squadra. Durante il ritiro riesce a conquistare la fiducia dell’allenatore tanto che, nelle quattro gare disputate dalla Rappresentativa di Serie D, viene schierato sempre negli 11 titolari, disputando un torneo di Viareggio all’altezza delle sue capacità, concludendo la fase a gironi in un crescendo individuale, tanto che le sue giocate, le sue qualità, venivano sottolineate costantemente dai cronisti della Rai, nella cronaca teletrasmessa dell’incontro col Torino.

Extra calcio

La scuola: Matteo Cericola, oltre che ottimo elemento in campo, frequenta con diligenza ed impegno il quinto anno del Liceo Scientifico Coer Jesus di Roma, presso cui svolgerà gli esami di maturità, dopo aver frequentato con ottimi risultati il Liceo Santa Maria di Roma e il Liceo Scientifico Statale di Lanciano.

La famiglia: figlio di papà Paolo e mamma Marcella, è il primo di tre fratelli; come Matteo, anche Michele e Marco giocano a calcio rispettivamente nella Romulea, campionato allievi regionali fascia B (per lui il primo anno allievi), col ruolo di seconda punta: lo scorso anno Michele fu premiato con la coppa di mister gol realizzando ben 45 centri nel campionato giovanissimi e infine Marco, che disputa il campionato esordienti sotto età con gli aquilotti del settore giovanile della Lazio con grandi capacità tecniche e fiuto del goal. Un in bocca al lupo a tutta la covata: chissà se un giorno li vedremo giocare insieme.

Rubrica a cura di Carlo Orecchioni.

Leave a Comment

(required)

(required)