Le promesse della Serie D: alla scoperta di… Alessandro Degrassi, terzino sinistro della Biancoscudati Padova

NOME:  ALESSANDRO
COGNOME:  DEGRASSI
DATA E LUOGO DI NASCITA:  21/03/1996    TORINO

RUOLO: TERZINO SINISTRO

Il diciottenne terzino sinistro Alessandro Degrassi, (compirà 19 anni nel marzo prossimo), che gioca attualmente nella rosa dei Biancoscudati Padova, è un giovane giocatore italiano di proprietà della Juventus. Si esprime sapientemente ricoprendo il ruolo di esterno difensivo sinistro,  classico terzino sinistro, essendo  mancino naturale. Prima di diventare  buon interprete di questo ruolo, con la maglia della Juventus  ha ricoperto ruoli di attacco, principalmente di punta centrale, fino ad essere trasformato dal suo allenatore di allora in difensore nell’anno dei Giovanissimi Nazionali e sempre con la squadra della Juventus. Con la maglia bianconera, tra tutti i campionati giovanili, negli anni che vanno dal 2006 al 2013, colleziona ben 294 presenze realizzando la bellezza di 109 reti.

 

La scheda, la “carriera” di Alessandro Degrassi

Muove i primi passi nelle società vicino casa (Pozzo Maina e Paradiso Collegno) fino a passare nelle giovanili della Juventus all’età di 10 anni, dove percorre tutta la trafila delle giovanili (Esordienti, Giovanissimi e Allievi) fino alla Primavera, partecipando a tutti i campionati nazionali giovanili e tornei internazionali che lo porteranno anche a Singapore. Partecipa più volte agli allenamenti con la Prima Squadra e alle “classiche” sfide estive di inizio stagione Juve A e Juve B di Villar Perosa affrontando i più grandi campioni della prima squadra scudettata.

Nel corso della stagione 2013/14 viene ceduto in prestito alla Virtus Lanciano, società che milita nel campionato di serie B, dove giocherà con continuità per tutto il campionato Primavera della squadra frentana,  raccogliendo 22 presenze sempre da titolare. Dal mese di dicembre 2013 verrà “distaccato” su richiesta dell’allora mister Baroni, con la prima squadra che milita nel campionato di serie B, partecipando all’intero ritiro invernale durante il mese di gennaio a Corato, avendo così la fortuna da allora e per il resto dell’anno, di allenarsi in un ambiente sereno, ma altamente professionale con grandi uomini e ottimi giocatori professionisti, pur continuando a disputare le gare del campionato Primavera fino al termine della stagione.Rientrato alla Juventus per fine prestito, partecipa (solo due i giovani italiani presenti nel ritiro bianconero, tra cui Alessandro) con la squadra affidata a Fabio Grosso, alla preparazione estiva della Primavera juventina, disputando amichevoli contro squadre professionistiche (Varese e Lecce), tornei internazionali in Svizzera e, nel mese di agosto, alla classica amichevole Juve a – Juve b, teletrasmessa in diretta da Sky. Di lì a poco, con il suo procuratore, valutate le varie richieste pervenute, tra cui spiccano un paio di offerte in serie B all’estero, l’insistente richiesta del Lanciano per un secondo anno nel campionato Primavera, decide di andare nuovamente  in prestito per una stagione ai Biancoscudati Padova, militante nel campionato di Serie D – girone C, convinto che un’esperienza nel calcio adulto ed in una piazza importante ed ambiziosa come è quella di Padova, allestita per un immediato rientro nel calcio professionistico, con un pubblico ed uno stadio da serie superiori, possa arricchire il suo bagaglio tecnico e agonistico per una maggiore e più veloce maturazione calcistica in vista di traguardi più ambiziosi. Qui, inizia la sua prima esperienza nel campionato LND, da “semi-professionista” nel Padova, trattandosi di una società storica con ambizioni, tifo e stampa, da categoria superiore. Esordisce allo stadio Euganeo domenica 7 settembre  in coppa Italia (davanti a 6.000 spettatori) collezionando fino ad oggi 18 presenze in campionato e 2 in coppa Italia sempre da titolare. Pur essendo giocatore molto determinato in difesa, a tutt’oggi Alessandro non è ancora incorso in squalifiche.

Extra calcio

Alessandro, dopo il biennio nel Liceo scientifico statale, si trasferisce allo Juventus College dove ha frequentato il terzo anno, così da poter coniugare  le esigenze sportive  con quelle di studio. Frequenta il 5° ed ultimo anno di liceo scientifico, preparandosi con serietà all’esame di maturità sia scientifica che di vita. Alessandro, figlio di Gigi e di Antonietta, è il piccolo di casa. Del fratello più grande, Stefano, suo grande tifoso, ma meno fortunato calcisticamente di lui, che oggi gioca nei campionati del CSI dice scherzosamente: “fa tornei parrocchiali!”.

A cura di Carlo Orecchioni

Leave a Comment

(required)

(required)