Kristjan Gauti Emilsson, il talento islandese che impressionò Rafa Benitez

  • Alessandro Cocorullo
  • in

Riportiamo l’analisi tecnica di Kristjan Gauti Emilsson a cura di Iltalentocheverrà.it.

Kristjan Gauti Emilsson nasce il 26 Aprile del 1993 in Svezia, nonostante ciò decide di tenere la nazionalità della propria famiglia, ovvero quella islandese. Cresciuto calcisticamente nelle giovanili del FH, una delle squadre più forti del calcio islandese, nel 2010, all’età di 16 annidopo aver sostenuto due provini anche per gli scozzesi dei Rangers Glasgow e  gli inglesi del Manchester United, viene messo sotto contratto dal Liverpool dell’allora tecnico Rafa Benitez, che era rimasto favorevolmente impressionato dalle sue qualità.

Entrato nella Youth Academy dei Reds, nella stagione 2010-11 in sette apparizioni totali mette a segno ben quattro goal (una media niente male per un ex-difensore trasformato in una seconda punta). La stagione successiva però le cose non migliorano, infatti colleziona solo 3 presenze, senza mai esordire in prima squadra; e così il rapporto con il Liverpool giunge al termine nel 2012, quando scaduto il contratto con la società inglese, viene deciso consensualmente dalle due parti di interrompere il rapporto. Senza pensarci due volteil giovane talentino islandese torna in patria ancora al FH, club che lo aveva lanciato, dovein due anni di permanenza ha collezionato 59 presenze, condite da 18 reti e 1 assist; cifre che lo hanno portato ad avere un’altra possibilità di sfondare, infatti appena pochi giorni fa (24 Luglio) gli Olandesi del NEC Nijmegen hanno ufficializzato il suo acquisto a titolo definitivo, pagando all’incirca 25 mila euro e offrendogli un contratto di 3 anni con un opzione per il quarto.

CARATTERISTICHE TECNICHE- Il giovane talento islandese ha iniziato la sua carriera come difensore centrale nelle giovanili del FH, dove era impiegato come centrale nella difesa a quattro:bravo nella marcatura a uomo, grazie alla sua abilità nel gioco aereo, tutti i palloni alti che transitavano nella sua zona erano tutti suoi; inoltre si faceva apprezzare anche in fase offensiva, infatti oltre ad essere un buon costruttore di giocoaveva anche il vizietto del goal sui calci piazzati, dove sfruttava i suoi centimetri e la sua scelta di tempo negli inserimenti. Doti che però lo hanno portato ad un completo cambio di ruolo all’età di 16 anni, quando entròalla Youth Academy del Liverpool: qui venne impiegato come trequartista con risultati eccellenti, infatti, nella prima stagione, l’intuizione avuta dagli allenatori dei mini Reds sembrò azzeccatissima, visto che in appena 7 presenze segnò 4 reti. Ancora oggi è utilizzato come trequartista, anche se a volte si comporta come un vero e proprio attaccante. Bravo nell’aiutare la squadra a salire, è utilissimo nei momenti di maggiore pressione avversaria, dove non solo aiuta la squadra a ripartire con un ottima protezione del pallone e una rande capacità di smistamento, ma cerca di affondare il colpo giocando sulla linea del fuorigioco e cercando di prendere in controtempo le difese avversarie.

Insomma un buon prospetto, che potrebbe diventare il nuovo islandese, che trova fortuna in terra olandese. Uno scenario che appare molto realistico, infatti il giovane in Islanda è già parecchio noto, poiché ha vestito tutte le maglie delle selezioni minori (con cui ha raccolto 25 presenze e 7 reti) ed oggi ha tanta voglia di esplodere definitivamente, facendo rimpiangere i dirigenti del Liverpool, che nel non lontano 2012, lo lasciarono partire.

Nome completo: Kristjan Gauti Emilsson
Data di nascita: 26/04/1993
Luogo di nascita: Svezia
Nazionalità: Islanda
Altezza: 185 cm
Piede: destro
Ruolo: trequartista/attaccante

Leave a Comment

(required)

(required)