Inter, Samaden fa il punto: “Al Prato giovani di valore, i baby in prima squadra…”

  • Filippo Ferraioli
  • in

Roberto Samaden ha vissuto l’amichevole tra Inter e Prato con un’emozione particolare: il responsabile del settore giovanile nerazzurro ha infatti osservato da vicino tanti prodotti del vivaio interista, impegnati con le maglie di entrambe le squadre. La partnership tra l’Inter e la società laniera ha infatti aperto un canale privilegiato con i toscani, che avranno il compito di valorizzare alcuni dei prodotti del settore giovanile interista. Samaden, intervistato dai microfoni di FcInterNews, ha fatto il punto della situazione sulla collaborazione con il Prato e sulle prospettive dei baby aggregati alla prima squadra di Mazzarri: “La partita di oggi non è ideale per dare una valutazione: il Prato è arrivato con le gambe più scariche e ha mostrato maggiore brillantezza, il che rende complicato giudicare le prestazioni dei nostri ragazzi in prestito ai biancoazzurri. Quel che è certo è che si tratta di giovani di talento, e il tempo ci dirà se un campionato competitivo come quello di Lega Pro li aiuterà a bruciare le tappe nel loro percorso di crescita. Altri arrivi al Prato? Penso di no, Ausilio e Toccafondi hanno pianificato la stagione anche cercando di non allestire una squadra eccessivamente giovane. Chi potrebbe essere la sorpresa per i toscani? Ogunseye ha le carte in regola per fare bene: è meno conosciuto di altri perché non è passato dalla nostra Primavera, visto che dagli Allievi è passato alla Beretti, potrà essere una bella sorpresa per i biancazzurri”.

Arriva il momento di analizzare le prestazioni dei baby nerazzurri impegnati in ritiro con la prima squadra: “Bonazzoli sta facendo molto bene. Tornerà con la Primavera? Non spetta a me questa decisione: Federico fa parte della rosa della Primavera, ma se riuscisse a pescare il jolly e a giocarsi la chance di rimanere nel gruppo di Mazzarri saremmo tutti molto felici. Steffé e Rocca? Non mi meraviglia che siano già pronti: Demetrio ha dato il suo contributo allo scudetto del Chievo, Michele è un ragazzo nel quale credevamo e il prestito al Novara lo ha fatto crescere sotto ogni punto di vista”.

Leave a Comment

(required)

(required)