Inter, Bonazzoli in vetrina: “Un sogno allenarsi con la prima squadra”

Federico Bonazzoli è il volto nuovo dell’estate 2014. L’attaccante classe 1997, che già lo scorso anno ha bruciato le tappe diventando una delle colonne della Primavera dell’Inter con un anno di anticipo (in base alla sua età avrebbe infatti dovuto fare parte della rosa degli Allievi), sta continuando il suo cammino da enfant prodige mettendosi in evidenza nel ritiro della prima squadra nerazzurra. Approfittando dell’assenza di Palacio e della carenza di attaccanti nella rosa di Mazzarri, Bonazzoli si sta ritagliando uno spazio importante anche con i “grandi”, rendendosi protagonista in ogni allenamento e anche nella prima uscita stagionale, bagnata con una doppietta.

Il diciassettenne bresciano è stato interessato in esclusiva da SpazioInter.it, per raccontare le sensazioni vissute nel ritiro di Pinzolo: “Non potevo immaginare di meglio: allenarsi con la prima squadra dell’Inter, club nel quale ho sempre avuto il desiderio di giocare, è come un sogno. Sto vivendo un’esperienza fantastica, che mi aiuterà a crescere e migliorare sotto tutti gli aspetti. Mister Mazzarri ci fa sudare e ci ha fatto capire che dobbiamo dare ancora di più rispetto all’anno scorso; io cerco di fare del mio meglio per aiutare la squadra, il gruppo è ottimo e sono sicuro che potremo toglierci delle belle soddisfazioni”.

Nel primo impegno stagionale è arrivata una doppietta. Bonazzoli ha agito al fianco di Icardi, svariando su tutto il fronte d’attacco: “Mi considero un ‘9 e mezzo’, mi piace giocare come prima punta ma non ho problemi ad adattarmi in altri ruoli. Sono a disposizione del mister e delle sue direttive, l’importante è scendere in campo e fare bene. I miei punti di forza? Penso di aver un buon sinistro, ma devo migliorare in molti fondamentali, soprattutto sull’uso del destro e nel gioco aereo”.

Lo scorso anno Bonazzoli ha esordito in Coppa Italia e in Campionato. Ecco quali sono i suoi obiettivi per la prossima stagione: “Non potevo augurarmi di meglio vista la mia giovane età, però vivo questi traguardi come un punto di partenza. L’anno scorso è stata davvero una buona annata, perché oltre a esordire in prima squadra ho giocato con continuità in Primavera e sono riuscito a dare una mano ai miei compagni nelle fasi finali del campionato Allievi. Voglio continuare a migliorarmi e a far bene, punto allo scudetto Primavera e, perché no, all’esordio nelle coppe europee. I miei modelli? Da interista dico Milito, Palacio e Icardi, anche se il mio giocatore preferito rimane Ibrahimovic“.

Leave a Comment

(required)

(required)