Girone C, Bari – Crotone termina 3 a 1 per i pugliesi, ed è secondo posto

Il Bari vince e convince. 3 a 1 ai calabresi del Crotone, che si sono rivelati un avversario molto ostico. Il successo sui calabresi vale il secondo posto solitario in classifica, grazie all’1-1 fra Catania e Napoli. I galletti di mister Urbano faticano non poco ma alla fine colgono il successo ambito, grazie alla doppietta di Damiano.

CRONACA – Urbano sceglie Giura al posto di D’Andria al centro della difesa e il neoacquisto Dean Tisma fa il suo debutto dal primo minuto nel ruolo di esterno alto a sinistra nel 4-2-3-1 biancorosso. Ed è un esordio da sogno per il serbo ex Stella Rossa, che sblocca il risultato già al 5′ insaccando di piatto un cross liftato di Minicucci. La strada ora sembra in discesa e il Bari cerca il raddoppio, senza però eccessiva convizione e forse con troppa superficialità. Leonetti sfiora il gol con un calcio di punizione a due in area che si infrange sul corpo di un difensore praticamente sulla linea di porta. Al 20′ è Castrovilli ad andare vicino alla rete grazie a un fantastico tiro a giro dai 30 metri e pochi minuti dopo Minicucci manda alto di testa a un passo da linea di porta.
A inizio ripresa, il Bari va davvero a un passo dal 2-0: Leonetti viene affossato in area ma la palla finisce sui piedi di Minicucci che a tu per tu con Calandra, si lascia però ipnotizzare. Al 10′ l’episodio della svolta con l’arbitro che letteralmente si inventa un rigore inesistente per un fallo in uscita di Ventrella su Colacchio. Tripicchio trasforma: è 1-1. A questo punto, il direttore di gara perde completamente il controllo di una gara fino a quel momento gradevole e per nulla cattiva. Il personalissimo show dell’arbitro di Termoli inizia con la contemporanea espulsione di Rasak e De Marco a causa di una reazione scomposta dopo un contrasto a centrocampo. Poi è il turno di Castrovilli, che si becca il secondo giallo per un presunto fallo di mano. Ridotto in 9, il Bari traballa, in seguito ad una spettacolare girata di Spagnolo che si stampa sul palo interno prima di finire nelle braccia di Ventrella. Non finisce qui, perchè pochi minuti dopo è il crotonese Riggio ad essere espulso portando a quattro i cartellini rossi esibiti quest’oggi. Quando 9 contro 9, le forze iniziano a mancare e un pareggio beffa sembra concretizzarsi, ecco il cambio che sposta gli equilibri del match: Damiano sostituisce uno spento Tisma. Il centravanti arrivato in estate dal Parma ruba la scena e diventa l’indiscusso erore di giornata. Al 38′ svetta sugli sviluppi di un corner battuto dal neotrato Armenise e insacca di testa, trovando il suo primo gol in stagione. Esplosione di gioia al San Pio: il Bari è avanti. Gli assalti calabresi sbattono su un monumentale Nicolas Lenoci e qualche minuto dal termine Damiano sigla addirittura la personale doppietta, infilandosi furbescamente tra i due centrali. (zonacalciofaidete.it)

Marcatori: 5′ Tisma; Tripicchio 10′ st; Damiano 38′ st, 44′ st

BARI: Ventrella, Scalera, Giura, Lenoci, Marseglia; Rasak, Tamborrino (D’Andria 43’st); Minicucci (Armenise 20′ st), Castrovilli, Tisma (Damiano 30′ st), Leonetti.
A disp: Lazzari, Colonna, Roccotelli, Leo, Marasciulo, Mastrangelo, Raimondi, Lopez.
All. Sig. Urbano.

CROTONE: Calandra, Napoli, Nicoletti, De Marco, Assisi, Riggio, Morabito (Colacchio 1′ st), Aggiorno, Spagnolo (Mingiano 25′ st), Tripicchio, Moio. A disp: Vice, Carvelli, Serleti, Cava, Moriggi.
All. Sig. Tortora.

Sabato prossimo il Bari farà visita a un Napoli, sì ancora imbattuto, ma nello stesso tempo incapace di vincere addirittura dalla seconda giornata. Prima però, i biancorossi sono attesi dall’impegno casalingo in Coppa Italia contro il Bologna. Ricordiamo che ai play-off per decretare la squadra Campione d’Italia Primavera accedono le prime quattro più le due migliori quinte dei tre gironi.

Leave a Comment

(required)

(required)