Giovanni Malagò (pres. Coni): ”Frasi Tavecchio inaccettabili, un passo indietro ci starebbe…”

  • Redazione
  • in

Intervenuto per parlare degli incontri avvenuti ieri, con i due candidati alla presidenza Figc Albertini e Tavecchio, il presidente del Coni Giovanni Malagò ha usato parole aspre nei confronti del vecchio candidato di 71 anni, incoraggiandolo a fare un passo indietro.

Non si può accettare una frase come quella che ha detto Tavecchio, una frase che non può andare bene né a Malagò né al mondo dello sport, e non solo. Lui ha ribadito le sue scuse, già fatte pubblicamente, ma era indispensabile per me pronunciarmi sull’argomento. Un passo indietro di Tavecchio? In questo momento non è un’ipotesi sul tavolo, però ci sta tutto. Ora non è previsto. Però ho detto a Tavecchio con grande onestà di non aspettarsi sconti fino all’11 agosto perché questo è il contesto che si respira. Non si può nascondere il sole con un dito”. 

Riguardo ai programmi discussi con entrambi i candidati, Malagò fa il punto della situazione degli argomento toccato: ” Entrando nel dettaglio ho chiesto le loro idee sul ct, sul calcio femminile, sul settore tecnico e scolastico da rifondare. E si è parlato anche di governance, e su questo tema ho espresso chiaramente le mie opinioni chiedendo se c’erano delle cambiali da pagare ed entrambi mi hanno assicurato di no. Non ci sarebbe cosa peggiore che mettere persone che non vanno bene perché qui c’è da rifondare proprio tutta una dinamica della Federazione, si deve aprire un corso nuovo. Ed è indispensabile farlo con dei soggetti che hanno credibilità in questo sensoQuando parlavo del fatto che non ci devono essere cambiali da pagare ho dato un suggerimento a Tavecchio: è indispensabile che lui parli solo con se stesso, deve fare tutte le valutazioni che ritiene migliori, non per vanità o edonismo, ma per il bene dello sport. Risponderà solo alla propria coscienza“.

Leave a Comment

(required)

(required)