Giovani Professionisti: gli Under ’95 della Lega Pro Girone A

Torna il consueto appuntamento con “Giovani Professionisti”, la consueta rubrica settimanale di Mondoprimavera.it che analizza le prestazioni dei giocatori nati dal 1 gennaio 1995 in poi che si affacciano sul palcoscenico del calcio professionistico. Il Girone A del campionato di Lega Pro ha proposto come al solito molti spunti interessanti in proposito: sono stati 36 i gli Under ’95 convocati dalle squadre del primo girone, 12 di questi quelli scesi in campo (uno in più della scorsa settimana), di cui 9 titolari (come la scorsa giornata).
Va ancora al Novara lo scettro della squadra con più “under” convocati (5), ma stavolta all’Albinoleffe ed alla Feralpisalò quello della squadra con più giovanissimi in campo (2). Perde il trono quindi il Como, che stavolta ne convoca due e ne schiera uno. Male i soliti Real Vicenza, Bassano Virtus, Alessandria e Pavia. Si riprendono leggermente Monza e Giana Erminio.  La media di under ’95 in campo sale di 0.1 dalla scorsa settimana, attestandosi ad 1.2.
Finisce 2-1 uno dei match con più ragazzi convocati: tra Mantova e Albinoleffe, hanno la meglio i padroni di casa. Scendono in campo il solito Di Santantonio per i mantovani ed il difensore Cortinovis e l’attaccante Vorobjovs per gli ospiti. Restano in panca Sartore, Nichetti e Barzaghi.
Sei convocati anche per LumezzaneFeralpisalò. Il match, terminato per 1-3, ha visto in campo Savi e Gulin per  gli ospiti nel derby bresciano: il secondo titolare, il primo nei minuti di recupero a fine partita.Tutti in panca i convocati della Lumezzane: stavolta non trovano spazio Magri e Furaforte.
Un solo convocato ma titolare nel pareggio tra Pordenone e Real Vicenza. Placido, proveniente dalla Samp, ha tenuto bene gli arrembaggi avversari nonostante il “1995” sulla carta d’identità.
0-2 tra Pro Patria e Unione Venezia. Due su tre in campo, entrambi di scuole prestigiose: per la squadra di casa Cannataro, centrocampista classe ’95 scuola Inter, per gli ospiti Varano, stesso ruolo ed età ma dell’Atalanta.
Giana ErminioSudtirol vede sul terreno di gioco Mazzitelli, promettente classe ’95 della Roma. Restano a guardare Pablo Sanchez, Miori e Ientile.
Assicura spettacolo TorresCremonese ma nessun Under ’95 in campo. La sfida termina con il risultato di 3-2, ma i quattro convocati restano tutti in panchina. Parliamo del centrocampista Pizzutelli per la Torres e di Battaiola, Lombardo e Zelenieck per la Cremonese.
Tutto il contrario, invece, ArezzoNovara. Sul campo 0-0, ma 1-5 se parliamo di investimento sui giovani. Stranamente in panchina Brumat per i padroni di casa, mentre è exploit Novara: Dickmann e Schiavi in campo, Montipo’, Beye e Barlocco come sostituti. Ed ecco che lo scettro è ancora una volta piemontese.
Poco da dire per AlessandriaRenate e Bassano Virtus-Monza: in entrambi i match le squadre di casa erano sprovvisti di giocatori che ci interessano ai fini della rubrica, e gli ospiti tengono tutti in panchina. Il giovanissimo Pessina per il Monza (classe ’97) e Vannucchi, Mira e Mascheroni per il Renate, infatti, non vengono beneficiati di minuti in campo.
1-2, infine, PaviaComo. I padroni di casa come Alessandria e Bassano, gli ospiti invece, premiati la scorsa settimana, schierano il solo Falcone (scuola Samp) in porta e lasciano Comentale fuori.

Leave a Comment

(required)

(required)