Giovani in prestito dalla Primavera: i ragazzi del Torino

Il 2014 si è appena concluso e MondoPrimavera ha deciso di tenervi compagnia in questi giorni facendo una serie di bilanci sull’ultimo periodo dell’anno ormai trascorso per fare un po’ il punto della situazione. Tanti giocatori all’inizio della stagione 2014/15 hanno lasciato il “nido” della Primavera per approdare in altre squadre che siano altre Primavera oppure squadre professionistiche. La lista dei giovani giocatori del Toro in prestito per l’Italia è molto numerosa e ciascuno di loro ha trovato più o meno fortuna nelle nuove esperienze vestendo altri colori rispetto a quelli granata. Cerchiamo di andare per ordine e analizzare le loro varie esperienze. In Serie D Alessandro Gilardi, in prestito al Bellinzago, Marco Sordi, in prestito all’Olginatese, e Luca Cargnino, in prestito al Borgosesia, hanno raccolto un buon numero di presenze titolari nelle partite delle rispettive squadre in particolare Sordi, portiere classe ’95, che si è messo in mostra con ottime prestazioni. Non sta riuscendo a trovare molto spazio Alessio Capello, difensore classe ’95 in prestito alla Lumezzane. Esperienze positive per i due ex pilastri della difesa granata Andrea Ientile e Stefano Ignico: il primo ha raccolto 7 presenze giocando con ottima personalità che gli ha permesso di approcciarsi bene al mondo dei professionisti, mentre poteva andare meglio per l’ex capitano della Primavera che ha raccolto solo 4 presenze con la maglia del Pro Piacenza. Una delle esperienze più positive nelle serie minori la sta avendo invece Pietro Barale che nel Cuneo, in quarta posizione nella classifica del Girone A della Serie D,  è riuscito a ritagliarsi un posto da titolare nella difesa biancorossa contribuendo all’ottima stagione dei piemontesi. Prestito positivo anche per Luca Parodi: il centrocampista classe ’95 è uno degli elementi più di spicco dell’Ancona in questa stagione. La squadra marchigiana che milita nel Girone B della Lega Pro ha potuto contare su questo elemento di assoluta qualità e fantasia in mezzo al campo che ha raccolto 14 presenze impreziosite da un gol e un assist. Non ottime le esperienze di altri tre giovani granata: Emmanuel Gyasi, Alessandro Comentale e Riccardo Abachisti. L’attaccante ghanese classe ’94  è riuscito a giocare solo 71 minuti nella prima fase della stagione con la maglia del Pisa. Il suo infortunio ha contribuito alla perdita di posizioni nelle gerarchie della squadra. Il giovane è già tornato alla base e per lui si prospetta un nuovo prestito. E’ tornato al Torino anche Riccardo Abachisti dopo l’esperienza al Terracina.  Sarà da valutare la sua posizione all’interno della rosa o se varrà la pena provare un ulteriore prestito. Non si arrende Comentale che nonostante le “sole” 5 presenze tra Coppa e Campionato con la maglia del Como ha ancora voglia di fare bene per conquistare la fiducia della società granata per un futuro impiego in Prima squadra. Arriviamo infine ai tre gioiellini che più si sono messi in mostra negli ultimi mesi del 2014: Mattia Aramu, Vittorio Parigini e Antonio Barreca. L’ex trequartista granata, primo dell’elenco, ha fatto benissimo in terra sicula mettendo in mostra una qualità e un estro unico in mezzo al campo, contribuendo in maniera significativa all’ottima stagione del Trapani di Boscaglia. Da incorniciare il 2014 con la maglia del Perugia di Vittorio Parigini che dopo un avvio un pò stentato è sbocciato ha contribuito allo straordinario momento dei Grifoni nella prima parte della stagione. In Umbria il giovane classe ’96 ha raccolto 16 presenze con 3 gol e 4 assist e la sua esplosione ha già attirato l’interesse di alcune big della Serie A come la Juventus e di Antonio Conte che ha pensato a lui per la Nazionale in tempi non sospetti. Parigini non è alla prima esperienza fuori dalla Primavera granata visto che già l’anno sorso è andato in prestito alla Juve Stabia, un pò come quanto successo ad Alfred Gomis, classe ’93, che dopo l’esperienza al Crotone è approdato quest’anno in Serie B, come suo fratello Lys attualmente al Trapani, con la maglia dell’Avellino conquistando in poco tempo il posto da titolare e offrendo tra i pali quella sicurezza e quel talento che ha permesso agli irpini di effettuare la scalata in classifica che oggi la vede occupare il quinto posto. Concludiamo questo excursus parlando dell’altro gioiello del Toro in prestito in Serie B. Il terzino sinistro classe ’95 Antonio Barreca è una delle più liete sorprese del cammino in Campionato del Cittadella che però è ultimo in classifica. L’ex granata si è conquistato il posto da titolare nella formazione veneta a suon di sgroppate sulla fascia e a suon di assist, già 4 quelli realizzati.

 

Leave a Comment

(required)

(required)