Ex Primavera Samp, Eramo: ”In Italia non c’è pazienza verso i giovani e il loro talento”

  • Riccardo Aulico
  • in

Mirko Eramo è stato uno dei protagonisti della Primavera dello Scudetto e della Coppa Italia del 2008, ma non ha avuto la stessa fortuna tra i “grandi”. Quando per molti arriva il momento di fare il salto nel “calcio che conta” bisogna non solo avere talento, ma anche una buona dose di fortuna. Se la società con cui speri un giorno di giocare crede in te o in generale nel proprio Settore Giovanile, allora è tutto più semplice. Eramo, dopo una lunga serie di prestiti in tutta Italia, tra Piacenza, Monza e Crotone, è tornato a Genova per la definitiva consacrazione. Il giocatore ha parlato oggi al Secolo XIX rievocando gli inizi della sua carriera. Ecco quanto riportato da MondoPrimavera.it: “È stata una parentesi molto bella della mia carriera. Come mai non siamo sbocciati? In quel periodo la Sampdoria prima squadra puntava all’alta classifica, c’erano Cassano, Pazzini tanti giocatori di qualità. Non era facile per un giovane trovare spazio. Non era il momento giusto. In Italia non c’era e non c’è tuttora tanta pazienza nell’aspettare i giovani. La tendenza generale è quella di darli in prestito, in serie B o Lega Pro, magari senza farsi troppe domande sul quadro tecnico che troveranno in quelle realtà, con il rischio di perderli completamente”.  

Leave a Comment

(required)

(required)