ESCLUSIVA MP – Simone Pilenga: “Vado al Ciserano, ma sogno di tornare all’Atalanta. Vorrei giocare contro El Shaarawy

Intervistato in esclusiva a MondoPrimavera, Simone Pilenga non nasconde tutta la sua emozione per il passaggio al Ciserano, squadra di Serie D nella quale è passato in prestito dopo 10 anni all’Atalanta. Tanti sogni per il futuro, con la voglia di tornare un giorno a Bergamo da protagonista.

Dopo 10 anni all’Atalanta adesso una nuova avventura, in Serie D al Ciserano, quali sono le tue sensazioni in questo momento così importante della tua carriera?

Sono molto felice dell’aiuto che mi ha dato l’Atalanta in questi dieci anni, mi ha fatto crescere sia dal punto di vista caratteriale che dal punto di vista tecnico. Quando è arrivata però questa offerta della serie D, ho capito che non potevo farmela sfuggire., perchè potrà segnare un netto cambiamento della mia carriera.

Certo, è un passo importante in cui dovrai vedertela con giocatori anche esperti. Ti spaventa un po’ la prospettiva di affrontare una Serie mai affrontata prima, o sei pienamente fiducioso nei tuoi mezzi?

Non sono spaventato, anche se è tutto nuovo, ma sono felice perché almeno posso vedere a che livello sono realmente, confrontandomi con giocatori più esperti di me.

Quest’anno andrai al Ciserano, ma il tuo sogno è tornare a Bergamo in futuro? con la società avete già parlato di progetti per il futuro?

Per adesso non c’è nessun progetto con la società, ovviamente in un futuro giocare in prima squadra a Bergamo sarebbe un sogno che si realizza, credo che per un giocatore giocare nella propria città sia il top.

Nella tua valigia di ricordi, qual’è il più bello ed indelebile che ti porterai dietro riguardo questi 10 anni all’Atalanta?

Ci sono stati più anni difficili che semplici all’Atalanta, però ho sempre avuto a che fare con allenatori che mi hanno sempre aiutato a crescere,in particolare due allenatori, ovvero Ceribelli che ho avuto il primo anno, e Butti che ho avuto per due anni. Con quest’ultimo ho ancora adesso un ottimo rapporto. La persona che mi sta più a cuore è Nicola Abbadati, che già da quando eravamo piccoli eravamo inseparabili. Adesso, nonostante tutto quello che è successo, il nostro rapporto non è cambiato.

Adesso hai voltato pagina, almeno per quest’anno. Hai già avuto modo di parlare con il nuovo mister Magoni? Come ti sembrano i tuoi nuovi compagni?

Si, abbiamo iniziato gli allenamenti da 2 giorni e già da subito il Mister mi è sembrato severo, ma allo stesso tempo un grande mister e una grande persona. Per quanto riguarda i compagni di squadra devo dire che c’è più serietà rispetto agli altri anni, anche nello spogliatoio ci sono più regole che ovviamente devono essere rispettate, essendoci compagni che hanno avuto a che fare con questa categoria per molti anni.

Adesso una domanda per cercare di inquadrarti anche sul lato tecnico. A quale giocatore pensi di assomigliare come stile di gioco e mentalità? Hai un modello a cui ti ispiri?

Il giocatore a cui io mi ispiro è El Shaarawy, il modello di giocatore che vorrei essere. Il tipo di gioco è più o meno simile, entrambi abbiamo la velocità come dote, anche se per essere come lui devo migliorare tecnicamente. E’ sicuramente un giocatore umile nonostante le sue doti, sarebbe un sogno un giorno giocarci contro.

Hai già avuto modo di parlare con selezionatori della Nazionale giovanile?

Non ho mai avuto nessun modo di parlarci ma farò di tutto per poter un giorno vestire quella maglia, anche solo per una selezione.

2 Comments

    • C. Marco

      26 luglio 2014

      Bravo Simone! Ti conosco da molto tempo ma nn smetti mai di stupirmi! Risposte sinceri e umili. Se rimarrai sempre con i piedi per terra (facendo il calciatore è meglio :-))) Potrai diventare una persona e uno sportivo ancora migliore! Abbraccio C. Marco

      Reply
    • Coco

      26 luglio 2014

      Bravo Simone, vai avanti, continua, allenati, impara (si impara qualcosa ogni giorno, sempre, dappertutto), divertiti. E si, sempre con i piedi per terra 😉 abbraccio

      Reply

Leave a Comment

(required)

(required)