ESCLUSIVA MP – Mister Luca Fiasconi entusiasta del suo Tuttocuoio: “Stiamo vivendo un sogno”

  • Andrea Della Maggiore
  • in

Non svegliate il Tuttocuoio. La vittoria contro il Pescara (clicca qui per leggere la notizia) porta alla squadra di Ponte a Egola il tredicesimo risultato utile consecutivo: si tratta di un vero e proprio sogno che il mister dei neroverdi, Luca Fiasconi, ci ha voluto raccontare.

Un’altra vittoria, arrivata stavolta grazie ad un’autorete: la Dea bendata ha influito sul risultato finale o la squadra ha meritato?

“La squadra meritava sicuramente, l’unica nostra fortuna – tra virgolette – è che il Pescara è una squadra che ha Primavera e Berretti. Nelle partite più complicate del campionato Primavera vengono fatti salire i giocatori migliori dalla Berretti e questo è successo molte volte: se c’è stata una fortuna oggi è stata quella di aver trovato una squadra alleggerita da quei due o tre giocatori che di solito fanno la differenza, come ad esempio Parker, un attaccante molto bravo. Il fato ha voluto che questo stesso fine settimana ci fosse un Milan-Pescara in Primavera, ma comunque per quello che si è visto in campo la squadra ha meritato: abbiamo avuto sei o sette occasioni da goal, mentre gli avversari non hanno fatto praticamente nulla”.

Continua la favola del Tuttocuoio. Oggi a Ponte a Egola è arrivato il Pescara: che emozioni si prova mister ad affrontare squadre così blasonato e a uscirne a testa alta come è successo oggi?

“E’ una sensazione bellissima. I ragazzi lo sanno che quella del Tuttocuoio è una realtà piccola e l’obiettivo è quello di migliorarsi ogni volta. Se si considera che lo scorso campionato abbiamo chiuso a 39 punti e quest’anno ci troviamo a 37 a tredici partite dalla fine: in questo momento stiamo vivendo un sogno e vogliamo continuare a farlo. I ragazzi lo sapevano che questa era una partita di cartello e sono scesi in campo con il giusto atteggiamento”.

Un giocatore che oggi ha impressionato mister Fiasconi?

“Se devo elogiare oggi qualcuno oggi, devo farlo per un ragazzo che ha dimostrato grande professionalità. Matteo Bachini è un ragazzo classe ’95 che il giorno prima della partita era con la prima squadra ed è tornato da Santarcangelo a tarda notte: non ha giocato ma ha comunque fatto tutta la trasferta. Voleva esserci il giorno della partita per fare novanta minuti con la Berretti e si è messo a disposizione: ha fatto una buona partita e ha dimostrato grande professionalità, soprattutto ai ragazzi più giovani, che devono capire che con la voglia e l’impegno si può arrivare lontano. Qualcun altro non sarebbe venuto, ma lui invece ci teneva particolarmente: è stata una sua scelta e nessuno l’ha obbligato”.

Mister, la prossima partita affronterete l’Ascoli in un altro scontro diretto: come ci si prepara ad una partita di questo tipo?

“Andiamo là senza niente da perdere, per giocarcela, per continuare il sogno. E’ l’Ascoli che deve entrare tra le prima quattro, non il Tuttocuoio: noi stiamo qua e cerchiamo di migliorare sempre”.

Leave a Comment

(required)

(required)