ESCLUSIVA MP.IT – Berra: ”Lega Pro importante per i giovani. Puntiamo ai play off”

  • Andrea Patti
  • in

L’inizio del campionato di Lega Pro coincide, per molti ragazzi, con l’inizio di una grande avventura. Sono molti i giovani e promettenti calciatori che vengono mandati tra i professionisti per maturare un’importante esperienza in un ambiente diverso dalla Primavera: non si gioca più con il pensiero che l’importante è far maturare i ragazzi, in Lega Pro conta solo vincere. Misurarsi con gente di trent’anni che gioca per portare a casa il pane vuol dire vedersela con gente di esperienza, con avversari coriacei che sanno bene in che modo portare a casa i tre punti, dunque questo campionato può portare tanti insegnamenti ai giovani ragazzi che vi partecipano. Uno dei nuovi arrivi in Lega Pro è Filippo Berra, promettente difensore proveniente dalla Primavera dell’Udinese che è stato mandato alla Carrarese in prestito per un anno: noi di MondoPrimavera.it lo abbiamo intervistato in esclusiva.

Ciao Filippo! Abbiamo avuto modo di parlare durante il periodo della preparazione atletica con la tua nuova squadra, dopo questo mese e mezzo come ti trovi a Carrara con i tuoi nuovi compagni?
“Dopo l’iniziale smarrimento che ho provato quando sono arrivato qui, cosa normale visto che non conoscevo nessuno dell’ambiente, mi sono trovato molto bene grazie ai miei compagni, si sono dimostrati sin da subito molto cordiali e simpatici, oltre che molto disponibili, dunque posso dire che mi trovo bene qui e sono pronto a vivere questa nuova esperienza che è iniziata da poco.”

Com’è andato l’esordio in campionato?
“Abbiamo iniziato con un pareggio, nella prima giornata abbiamo giocato fuori casa con il Tuttocuoio, la gara è terminata 0-0 ma abbiamo giocato una buona partita, peccato non aver portato a casa i tre punti perché secondo me meritavamo qualcosa in più, ma è comunque un buon inizio.”

La preparazione atletica ha portato i suoi frutti?
“Assolutamente sì, peraltro è stata la prima volta in cui ho iniziato la preparazione con persone nuove, dopo i nove anni trascorsi con l’Udinese. Abbiamo fatto il ritiro estivo a Pontremoli ed è andato parecchio bene, non ho avuto problemi fisici né di ambientamento, oltretutto le zone in cui ci siamo allenati sono molto belle, anche la stessa Carrara è fantastica.”

Com’è stato il tuo esordio tra i professionisti? Hai vissuto delle emozioni particolari?
“Onestamente non ho sentito molta pressione nonostante fosse la mia prima volta tra gente che pratica questo sport per lavoro, anche se non posso nascondere che la prima gara di Coppa Italia, in casa con la Lucchese, è stata veramente un’esperienza particolare. Sicuramente non è come nel campionato Primavera, qui il risultato conta davvero tanto.”

Ti manca casa oppure stai gradendo questa esperienza da solo in un ambiente totalmente nuovo?
“A dirla tutta vivo qui con serenità, finora non ho avuto problemi che mi hanno fatto sentire la mancanza di casa. Udine è comunque la città dove sono nato e dove ho i miei più grandi affetti, ma credo che questa esperienza qui a Carrara mi stia facendo maturare molto anche sotto il profilo personale.”

Cosa ne pensi di questo continuo “migrare” dei giovani dei vivai italiani in Lega Pro? Pensi che l’esperienza di questo campionato sia fondamentale per la vostra crescita?
“Considero l’esperienza della Lega Pro molto importante perché anche se questa è un’altra dimensione, totalmente diversa rispetto alla Primavera, le pressioni a cui si è sottoposti non sono così intense quanto in categorie superiori. Magari da giovane giocando nella prima squadra di una società più importante, di Serie A o B, al primo errore non ti viene più concessa un’occasione e rischi di giocare molto meno, invece qui in Lega Pro ovviamente paghi pegno se sbagli ma comunque hai pur sempre la possibilità di migliorare e di giocare con più continuità. “

Quali sono i tuoi obiettivi per quest’anno e quali sono quelli della Carrarese?
“Personalmente il mio obiettivo è quello di giocare con continuità in Lega Pro, voglio migliorare perché un giorno mi piacerebbe tornare ad Udine. Inoltre, spero di venire convocato ancora dalla Nazionale Under 20: purtroppo in questa settimana ho potuto solamente assistere dalla tribuna al ‘Quattro Nazioni’ a causa di un’elongazione che mi terrà lontano dai campi probabilmente per un’altra settimana; i miei compagni di squadra comunque hanno giocato una partita fantastica contro la Germania, non di certo l’ultima arrivata, e hanno vinto 1-0 perciò sono contento e spero di poter tornare presto a disposizione del mister. Per quanto riguarda la Carrarese, la società vuole puntare ai play off e noi faremo il massimo per riuscire a raggiungere questo obiettivo, sarebbe un’esperienza fantastica poter arrivare a giocare il torneo di fine stagione per poter ambire a salire di categoria.”

Leave a Comment

(required)

(required)