Elezioni FIGC, il Cesena e la Samp ritirano l’appoggio a Tavecchio. E la FIFA…

  • Filippo Ferraioli
  • in

La gaffe di Carlo Tavecchio, che nel discorso introduttivo alla sua candidatura per la presidenza della FIGC ha utilizzato un’infelice espressione a sfondo razzista, inizia ad avere le prime ripercussioni tra i club della massima serie. Dopo la Fiorentina, che per prima ha tolto il suo appoggio alla candidatura di Tavecchio, è toccato al Cesena prendere una posizione ufficiale, attraverso una nota del presidente Giorgio Lugaresi apparsa sul sito ufficiale del club: “Ho dovuto leggere almeno quattro volte le dichiarazioni del Presidente Tavecchio per la paura di aver preso un abbaglio e di aver capito ‘fischi per fiaschi’. La mia reazione è stata di profonda amarezza e di grande fastidio. Sono dell’idea che, dopo aver condiviso la sua candidatura perchè abbracciava le modifiche di rinnovamento, elaborate soprattutto dai Presidenti Lotito della Lazio e Agnelli della Juventus sul futuro del calcio italiano, da oggi tutti i Presidenti della Lega di Serie A dovrebbero sentirsi liberi di votare per la presidenza federale in assoluta autonomia, seguendo solo le proprie convinzioni e la propria coscienza”.

Anche Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, ha espresso il suo dissenso invocando un intervento della Lega Serie A, mentre Carlo Rossi, presidente del Sassuolo, si è detto contrariato dalle dichiarazioni di Tavecchio, riservandosi però di prendere una decisione a margine dell’incontro odierno in sede di presentazione dei calendario di serie A.

E’ intervenuta anche la FIFA, con una lettera inviata alla FIGC nella quale il massimo organo del calcio mondiale ha intimato alla federazione di prendere al più presto le misure più appropriate per risolvere la situazione, riferendo prontamente dei risultati ottenuti. Un polverone di proporzioni internazionali, che rischia di minare ancora di più la già scarsa credibilità del calcio italiano.

Leave a Comment

(required)

(required)