Campionato Primavera, Napoli-Palermo 0-2: Grillo e La Gumina firmano la vittoria home delivery rosanero

In anticipo rispetto alle altre sfide del girone C, oggi è andata in scena Napoli-Palermo, gara valida per la quindicesima giornata del Campionato Primavera. Dopo la partita di andata che ha visto i rosanero assaltare i partenopei per quasi tutta la partita senza riuscire però a conquistare i tre punti, i ragazzi di mister Bosi oggi hanno ottenuto una grossa soddisfazione riuscendo a vincere fuori casa contro gli azzurri per 0-2. A siglare i gol della vittoria siciliana c’hanno pensato Grillo e La Gumina, in gran rispolvero dopo l’ultima prova casalinga, un po’ incolore, contro la Roma al Comunale di Santa Flavia. Pronti, via, la sfida si accende subito grazie alla grinta delle due squadre, scese entrambe in campo per conquistare una vittoria importante che può dare sicuramente una spinta per i prossimi impegni nella Viareggio Cup. Partono subito forti i padroni di casa, la prima palla gol arriva sul destro di Persano che, ben servito da Prezioso, non riesce a concretizzare e spara a lato della porta difesa da Alastra. Dopo nove minuti ci prova La Gumina a dare una scossa ai rosanero: il suo tiro a giro è ben fatto, ma la sfera non trova lo specchio della porta; passa qualche minuto e il Napoli ha una doppia occasione per portarsi in vantaggio con Cicerello, che prima calcia alto sopra la traversa da buona posizione e poi non riesce ad essere preciso sotto porta con un colpo di testa. Successivamente a questa doppia chance partenopea, la gara si blocca a centrocampo: le due squadre non si sbilanciano e chiudono tutti gli spazi, latitano le occasioni da rete e così terminano i primi 45 minuti di gioco. Durante l’intervallo i due tecnici danno una scossa ai propri ragazzi per cambiare l’inerzia della sfida, e così i 22 giocatori ritornano in campo a darsi battaglia per la seconda frazione; le parole di mister Bosi danno nuova verve ai rosanero, e così al 47′ la partita si sblocca: a siglare l’1-0 per gli ospiti è Grillo che, ben servito dalla destra, insacca di testa battendo l’estremo difensore partenopeo Contini. Il Napoli di mister Saurini però non ci sta, e cerca immediatamente la via del pareggio: l’avanzamento dei giovani azzurri sbilancia troppo il baricentro del Napoli, così il Palermo ne approfitta e al 48′ i ragazzi di mister Bosi siglano prontamente il doppio vantaggio con La Gumina che, muovendosi da vero attaccante, si smarca in area e impatta di testa firmando il 2-0 dei siciliani. L’uno-due rosanero spezza le gambe ai padroni di casa, che si innervosiscono e non riescono più ad essere pericolosi: al 51′ viene ammonito Cicerello, un minuto dopo anche Prezioso si becca il cartellino giallo. Passano due minuti e il sopracitato Prezioso compie un brutto fallo a centrocampo, l’arbitro così non ci pensa due volte e lo espelle lasciando il Napoli in dieci uomini e sotto di due reti. Un infuriato Saurini cerca di scuotere i suoi inserendo forze fresche, dentro dunque De Simone al posto di un Palmiero non al meglio; a mezz’ora dal termine il Napoli riprende a spingere e arriva quasi a siglare il 2-1 con Girardi, che viene ben servito da Gaetano da calcio piazzato ma non riesce a girare in porta con un colpo di testa. La voglia di rimonta dei partenopei pare preannunciare un soliloquio azzurro fino al 90′, ma il Palermo ha comunque gli spazi per poter siglare un altro gol: al 66′ Bentivegna vede un ottimo taglio di La Gumina e lo serve, la punta rosanero però non riesce ad inquadrare la porta e calcia alto. Mister Saurini tenta il tutto per tutto ed effettua gli ultimi due cambi, inserendo Lombardi per Selva e Negro per Cicerelli; la spinta azzurra non riesce a scalfire la retroguardia rosanero, molto attenta oggi dopo qualche disattenzione di troppo nell’ultima sfida con la Roma. Poco prima del termine della gara, il tecnico del Palermo Bosi si chiude inserendo il centrocampista Costantino al posto di un rigenerato La Gumina, migliore in campo oggi; l’ultimo brivido per i siciliani arriva all’89’, quando i giocatori del Napoli chiedono con insistenza un calcio di rigore per tocco di mano in area da parte di un difensore rosanero, l’arbitro però non concede l’estrema punizione. Dopo quattro minuti di recupero di assedio partenopeo la sfida termina così: Napoli-Palermo finisce 0-2 per i siciliani. Grande prova da parte degli ospiti, che si rilanciano in classifica a quota 24 punti dopo le due sconfitte consecutive contro Frosinone e Roma; brutta sconfitta per il Napoli che, invece di riconfermarsi dopo la vittoria in trasferta contro la Lazio, capitola in casa prima di volare in Toscana per il Torneo di Viareggio e si fa raggiungere dai rosanero a quota 24.

Leave a Comment

(required)

(required)