Campionato Primavera, Atalanta-Milan 1-2: rossoneri ad un solo passo dalla vetta

Si chiude con una vittoria il 2014 della Primavera di Cristian Brocchi, dopo aver battuto 2-1 a Zingonia l’Atalanta nel recupero della quinta giornata di campionato.
Il Milan affronta il match senza il pilastro del centrocamopo Locatelli, infortunato e senza l’attaccante di riferimento, Luca Vido, fermo dopo l’operazione al naso. L’Atalanta si presenta con Rosseti in prestito dalla prima squadra per ritrovare la condizione, ma senza Pugliese e Mora squalificati.

IL MATCH – Le squadre si studiano nei primi minuti di gioco, con il Milan che cerca di imporre il proprio gioco e i neroazzurri che attendono. I ragazzi di mister Brocchi favoriscono un giropalla piuttosto lento che addormenta il gioco. Ma i rossoneri, al 13′ passano in vantaggio: Di Molfetta serve con un filtrante in area Crociata che dopo aver vinto il contrasto con Kalermo riesce a battere Merelli con un tiro leggermente deviato. Al 23′ i neroazzurri ci provano con Boffelli che arriva leggermente in ritardo sul secondo palo, sfiorando il pari, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. L’Atalanta prova a costruire con le regie di capitan Cavagna ma spesso i neroazzurri sono impreciso nei passaggi. Alla mezzora il Milan trova il raddoppio con capitan Mastalli. Di Molfetta dalla sinistra si accentra e apre per Calabria. Il numero due del Milan va al cross e Mastalli in spaccata la insacca alle spalle di Merelli. 2-0 e risultato molto favorevole per i rossoneri.
Si chiude il primo tempo e le squadre rientrano negli spogliatoi per riscaldarsi con il thè caldo. Partita non particolarmente vivace, con poche emozioni. Mister Bonacina pensa subito ad un cambio per cercare di rinforzare il reparto offensivo inserendo Napol. Continua il forcing rossonero: Di Molfetta si accentra, la apre per Felicioli che con un sinistro a giro dal vertice dell’area di rigore batte Merelli. Ma il guardalinee ferma tutto per fuorigioco. I neroazzurri sono entrati in campo più determinati nella seconda frazione di gioco, schiacciando il Milan nella propria metà campo. Grazie al nuovo entrato per i bergamaschi, Napol nasce il gol per i padroni di casa: al 17′ azione di forza dell’attaccante belga che dopo aver vinto un contrasto con De Santis serve Tulissi, bravo a battere Donnarumma dopo un doppio dribbling in area di rigore. Il match si riapre ma al 320′ il terzino destro neroazzurro Messina viene mandato a far la doccia anticipatamente dal direttore di gara per somma di ammonizioni. Strada in salita per l’Atalanta che con l’uomo in meno vuole trovare il pareggio. Anche i rossoneri, però rimangono con l’uomo in meno: Vassallo viene espulso per fallo di reazione su segnalazione dell’assistente del direttore di gara. Dopo 3′ minuti di recupero il Milan si aggiudica il match. Questa vittoria vale 3 punti pesanti per la Primavera rossonera. La squadra di Brocchi sale a 31 punti, a un solo punto dalla vetta con l’Inter che si trova a 32 punti.

Risultato senza infamia l’1-2 a favore dei rossoneri che non rubano niente all’Atalanta di mister Bonacina. Un match tutto sommato equilibrato con un Milan di possesso palla ma anche capace di verticalizzare molto bene. Qualcosa da rivedere per i bergamaschi che possono recriminare qualche errore in fase di costruzione. 


Atalanta-Milan 1-2


Reti: 13′ p.t. Crociata (M), 30′ p.t. Mastalli (M), 17′ s.t. Tulissi (A)

Atalanta: Merelli, Messina, Barba, Marchini (1′ s.t. Napol), Kalermo, Boffelli, Tulissi, Cavagna, Rosseti, Castellano (13′ s.t. Tentoni), Ranieri (40′ s.t. Parigi). 
A disposizione: Turrin, Marchetti, Di Giovanni, Melegoni, La Vigna, Lunetta. 
Allenatore: Valter Bonacina.

Milan: Donnarumma, Calabria, Derosa, De Santis, Gamarra (18′ s.t. Piccinocchi), Bordi, Mastalli, Crociata, Vassallo, Di Molfetta (42′ s.t. El Hilali), Felicioli (29′ s.t. Fabbro). 
A disposizione: Aiolfi, Rondanini, Maldini, Bonanni, Ronchi, Cutrone, Casiraghi, Turano, Lo.
Allenatore: Cristian Brocchi


Arbitro: Maggioni di Lecco
Note: espulsi Messina (A) al 32′ s.t. e Vassallo (M) al 44′ s.t.
Spettatori: 500
Terreno in ottime condizione. Il primo tempo si è giocato con un leggero strato di nebbia che offuscava il terreno di gioco.

 

 

Leave a Comment

(required)

(required)