Campionato Berretti, Prato-Teramo 5-1: il match raccontato dai nostri inviati sul campo

Il Campionato Berretti è arrivato alla quindicesima e ultima giornata d’andata, con le squadra che girano la boa di metà stagione e iniziano a mettere nel mirino gli obiettivi per il girone di ritorno. Sul terreno di gioco del Centro Sportivo “Cicognini” si è giocata PratoTeramo, ultima gara di andata del Girone C: il match ha visto imporsi i padroni di casa con un netto 5-1, un risultato senza appello che evidenzia la superiorità dei toscani che si confermano così formazione in grado di ambire legittimamente a traguardi importanti nella categoria.
E’ il Prato a partire nel migliore dei modi, rendendosi pericoloso dopo appena due minuti con un calcio di punizione a rientrare di Carnevale sul quale Giannini arriva con un attimo di ritardo mancando la deviazione vincente. L’azione si svolge spesso e volentieri sull’out di sinistra, coi padroni di casa che sfruttano la buona vena di Torracchi e Danesi mentre il Teramo, schierato con un atteggiamento tattico di difficile lettura, non riesce ad innescare i giocatori offensivi collocati sulle corsie esterne. All’11’ i biancoazzurri sfiorano il gol: azione personale di Safina, che entra in area e mette al centro dalla linea di fondo; la difesa del Teramo libera come può, e sulla respinta Danesi ci prova con un gran tiro di prima intenzione che centra in pieno il palo alla sinistra di un Mirabelli ormai battuto. Qualche secondo più tardi è Torracchi a provarci, rientrando sul destro e calciando dal limite dell’area ma trovando la deviazione provvidenziale di un difensore ospite. Il gol ormai è nell’aria, e arriva sugli sviluppi del corner susseguente: battuta corta del Prato, Wilson mette al centro e, dopo la respinta della difesa, la palla viene nuovamente messa in mezzo trovando Tortoli in posizione regolare. Mirabelli è bravo ad opporsi, ma sulla respinta Iannone è il più rapido e col mancino deposita in rete il gol del meritato vantaggio dei padroni di casa. La reazione del Teramo è affidata a un tiro velleitario di Langellotti, ma è ancora il Prato a rendersi pericoloso grazie ad una bella iniziativa personale di Malotti, il cui tiro viene però bloccato a terra da Mirabelli. Dopo una prima parte tutta di marca biancazzurra, il Teramo esce dal guscio nella seconda metà della prima frazione: gli ospiti alzano il baricentro e costruiscono un paio di ghiotte occasione per centrare il pareggio. Al 34′ D’Egidio conclude a rete dopo una mischia in area del Prato, ma Bettoni è bravo a dire di no. Ancora più colossale è la chance successiva capitata agli ospiti: al 40′ su un cross proveniente dalla sinistra Di Martino colpisce in pieno la traversa con un colpo di testa; sulla respinta è ancora D’Egidio il più lesto ad avventarsi sul pallone, ma il suo tiro a botta sicura viene neutralizzato da uno strepitoso intervento di Bettoni, che salva il vantaggio dei suoi.

Il Prato apre la ripresa come meglio non si potrebbe: pronti via e Malotti, direttamente da calcio d’angolo, disegna una parabola beffera che sorprende Mirabelli e si insacca in rete per il raddoppio dei padroni di casa. Sembra tutto in discesa per i biancazzurri, ma al 52′ arriva l’episodio che riapre il match: il direttore di gara assegna un rigore dubbio a favore degli ospiti, punendo un intervento di Giannini che però sembrava essere entrato sul pallone. Sul dischetto si presenta D’Egidio, che spiazza il portiere di casa rimettendo in discussione il risultato. Il Teramo ci crede, e Bettoni deve uscire al limite della propria area di rigore per sventare un lancio pericoloso degli ospiti. Dopo qualche minuto di confusione, però, il Prato riesce a riprendere in mano le redini del match, tornando a controllare il ritmo e a farsi vedere dalle parti dell’area ospite. Dopo un gol annullato a Malotti, partito in posizione di fuorigioco, e una bella punizione a giro di Wilson sventata in angolo da un difensore, arriva la terza rete del Prato: al 67′ è ancora Malotti a pennellare dalla bandierina, Iannone prolunga sul secondo palo dove Giannini arriva puntuale all’appuntamento col pallone depositando in rete il 3-1 biancazzurro. Passano appena quattro minuti e il Prato mette definitivamente al sicuro i tre punti: è ancora l’asse Iannone-Giannini a colpire, col colpo di testa del numero 9 che non viene trattenuto da Mirabelli e il numero 5 che si avventa sulla ribattuta e, con un colpo di tacco inusuale per un difensore centrale, sigla la doppietta personale. Il Teramo ha un sussulto d’orgoglio con una punizione forte e centrale calciata da Langellotti, che trova pronto alla respinta Bettoni, e al’80’ il Prato mette il sigillo finale con gol di capitan Safina. Il Prato vola così a quota 28 punti, chiudendo il girone d’andata al terzo posto della classifica del Girone C; il Teramo, invece, resta fermo nei bassifondi della classifica con 12 punti all’attivo.

Questo il tabellino di Prato-Teramo:

PRATO: Bettoni, Wilson, Danesi, Tortoli (dall’83’ Mugnetti), Giannini, Miccinesi, Torracchi, Carnevale, Iannone (dall”85′ Giani), Safina, Malotti (dal 70′ Baroni).
A disposozione: Toccafondi, Giacomelli, Rivas, Fasciglione. Allenatore: Bertini.

TERAMO: Mirabelli, Iachini (dall’81’ Lancianese), Mancini (dal 90′ Colapicchioni), Miocchi, Cerqueti, Di Bernardino, Emilii (dall’85’ Buratti), D’Egidio, Tini, Langellotti.
A disposizione: Lucantoni, Di Teodoro, Di Francesco. Allenatore: Angelozzi

Marcatori: 13′ Iannone, 46′ Malotti, 52′ D’Egidio (T), 67′ e 71′ Giannini, 80′ Safina

Ammoniti: 59′ Mancini (T), 62′ D’Egidio (T), 70′ Iachini (T), 76′ Safina (P)

Arbitro: Sig.Bartoli della sezione di Pisa
Assistenti: Biagoli della sezione di Firenze e Biagioni della sezione di Lucca.

Leave a Comment

(required)

(required)