Cagliari, Papà Muzzi: ”Zeman è un maestro, auguro a mio figlio di diventare una bandiera del Cagliari”

  • Giancarlo Casà
  • in

Roberto Muzzi, ex bomber del Cagliari degli anni ’90  nei giorni scorsi è stato intervistato dall’emittente radiofonica Radiolina per parlare dell’arrivo nella Primavera del Cagliari di suo figlio Nicholas. Ecco cosa ha detto al riguardo, come ripreso dal sito cagliarinews24.com: «Mio figlio è un buon giocatore, una punta esterna rapida. Gli ho consigliato io di venire a Cagliari. Zeman è un maestro, capisce tanto di calcio, per i giovani è fondamentale. Io l’ho conosciuto a Roma, se la squadra riuscirà a seguirlo ci sarà da divertirsi. Anche a me, come a Zeman, piace attaccare, le partite si vincono segnando un gol in più degli altri. Ventura voleva farmi giocare da esterno, io invece mi sentivo un centravanti. Per questo ci fu un disguido, ma ci riappacificammo per il bene del Cagliari. Dei miei ex compagni sento spesso Dario Silva, ha una forza impressionante nonostante quello che gli è successo. Io sono venuto a Cagliari da giovane, so come si lavora. Mio figlio è nato a Roma ma è cresciuto in Sardegna fino all’età di quattro anni. Questa terra mi è rimasta nel cuore, ho tantissimi amici sardi e quando posso torno volentieri, la Sardegna è casa mia. Sono sicuro che quest’anno il Cagliari farà grandi cose, i tifosi si divertiranno tanto. Ho fatto un esperienza da secondo allenatore alla Roma, però ragiono ancora da ex calciatore. Quando penserò da tecnico sarò pronto per allenare in Serie A. Nicholas bandiera rossoblù come Daniele Conti? Magari, ci spero. Gli auguro di rimanere a vita a Cagliari. Io sarei voluto rimanere in Sardegna tutta la carriera, ma purtroppo non mi fu permesso».

Leave a Comment

(required)

(required)