Brandon Barker, il baby attaccante del City che fa concorrenza ai “grandi”

In Inghilterra non hanno dubbi, parlano già di lui come di un baby fenomeno. Dopo essere stato promosso nella formazione giovanile guidata da Patrick Vieira a soli 18 anni, Brandon Barker si sta seriamente candidando per una maglia da titolare nel Manchester City. Per le incredibili doti tecniche messe in mostra dal ragazzo, professione ala sinistra, si parla già di prima squadra, non di calcio giovanile. Brandon è nato il 4 ottobre 1996 1996, come dicevamo ha soltanto 18 anni ed è tifoso del City fin da bambino. Da semplice fan ad astro nascente del club: la sua è una delle storie che vale la pena raccontare. Una storia che è ormai sulla bocca di tutti, non solo a Manchester ma in tutta l’Inghilterra. Un attaccante che ha fatto letteralmente innamorare i tifosi, per le grandissime qualità tecniche ma anche per la sua faccia da bravo ragazzo . Esterno di attacco, è dotato di un gran destro ma preferisce spesso utilizzare il piede sinistro per le sue giocate. Dopo i 13 gol messi a segno in 32 gare (che gli sono valsi anche il premio di miglior giocatore 2013/2014 dell’Academy), è stato aggregato a soli 18 anni alla Nazionale Under 21 di Gareth Southgate. E quest’anno Barker punta a migliorarsi: all’attivo ci sono già 7 gol e 14 assist in 15 presenze, ripartite tra Premier League, FA Cup e UEFA Youth League. In particolare, ha impressionato la rete messa a segno di recente durante la gara di FA Cup contro il Coventry City: gran botta da lontano e da posizione defilata, una prodezza inevitabilmente applaudita anche dagli avversari. Il contratto con il City scadrà nel 2016, ma c’è da scommettere che il club si terrà stretto il suo nuovo gioiello.

 

Leave a Comment

(required)

(required)