Di Biagio: ”Sto puntando su un gruppo di 35-40 ragazzi, siamo cresciuti rispetto a un anno fa”

Gigi Di Biagio ha parlato al sito ufficiale della Figc (riportato da VivoAzzurro). Il tecnico dell’ Under 21 ha fatto il punto sui prossimi impegni dei suoi, sul gruppo e sull’esperienza da allenatore della Nazionale giovanile: “Ho sempre pensato che, nonostante il girone fosse complicato, potessimo farcela. Ora sta a noi dimostrare di essere in grado di battere la Serbia”. Il pensiero di Luigi Di Biagio (per leggere l’intervista integrale clicca qui) è già rivolto al doppio impegno di settembre con Serbia e Cipro, due sfide decisive per conquistare la qualificazione ai play off dell’Europeo: “Si sa che la Serbia ha cinque-sei giocatori che hanno già esperienza in Champions League o in nazionale maggiore. Però oggi le cose sono cambiate, noi siamo cresciuti rispetto a un anno fa, li stiamo raggiungendo. Io cerco di trasmettere qualcosa del mio modo di pensare il calcio, fare sempre gol e non pensare a gestire la partita: la disponibilità dei ragazzi in Nazionale è tanta che i risultati si stanno vedendo, ma c’è comunque molto da fare ancora”.

La Nazionale Under 21 tornerà in campo il 13 agosto a Ploiesti per l’amichevole con la Romania (“un match che ci servirà per dare continuità alle nostre prestazioni e ai nostri risultati”) e il 7 agosto Di Biagio diramerà l’elenco dei convocati: “C’è uno studio di anni con questi ragazzi. Sono da cinque anni in Federazione, li conosco bene e sto cercando di puntare su un gruppo di 35-40 calciatori. Oggi fortunatamente sono in difficoltà per scegliere quelli da convocare o gli undici da mandare in campo. I convocati  saranno scelti indipendentemente dal minutaggio o da quello che stanno facendo in ritiro, ma sulla base delle mie idee. C’è un criterio ben definito che sto portando avanti”.

Leave a Comment

(required)

(required)