Under 21, Zappacosta: ”Lavoro per migliorare sempre di più. Il futuro? Sogno la Juventus, ma…”

Uno dei migliori giovani italiani in questa stagione è senza dubbio Davide Zappacosta, esterno destro dell’Atalanta e della Nazionale Under 21. Questa annata è molto importante, in quanto conduce agli Europei di categoria, e Davide sta disputando una stagione molto positiva anche per quanto riguarda la fase offensiva, visti i tre gol realizzati finora e i numerosi cross sfornati ad ogni partita. L’edizione odierna di Tuttosport riporta un’interessante intervista a Zappacosta: “Stiamo preparando la sfida con la Juventus al meglio. Con i bianconeri non è mai una sfida come contro le altre, neanche per i miei familiari, essendo tutti juventini. Per chi tiferanno? Per me e per l’Atalanta voglio sperare! Anche se l’affetto per i bianconeri c’è da parte di tutti. Mio padre mi ha trasmesso la passione per il calcio, da ex calciatore e poi allenatore. Poi mi ha aiutato molto. Anche se quando allenava mi faceva giocare poco – spiega Zappacosta – così che non si dicesse che giocavo solo perché ero il figlio del tecnico. La gavetta valore aggiunto? Sì, perché partire dal basso e poi emergere ti rende orgoglioso e ti permette di capire che basta nulla per tornare in basso. Io cerco sempre di allenarmi per migliorare, cerco di lavorare a testa bassa vivendo giorno per giorno. C’è sempre qualcosa in più da dare e da ottenere. Sono arrivato in Serie A, ok. Ma ora devo confermarmi all’altezza”.

Il presente è in maglia nerazzurra, ma il futuro potrebbe riservare a Zappacosta il passaggio in maglia bianconera, viste le numerose voci che lo accostano alla Juventus. Ecco il suo pensiero a riguardo: “Mi fa piacere, mi inorgoglisce. E’ una dimostrazione del fatto che sto lavorando bene e devo continuare a farlo. Poi è uno stimolo per dare ancora di più. Però cerco di non pensarci più di tanto e anche il mio agente non mi dà notizie, in modo che io non abbia distrazioni. Io a Bergamo sto bene, l’Atalanta mi sta dando tanto. La società, il tecnico, i tifosi… Dunque cerco di stare con i piedi per terra: voglio dare il massimo per, insieme con i compagni, per arrivare una salvezza tranquilla e per regalarci magari qualche soddisfazione in più, con belle partite e buone prestazioni. Dal punto di vista personale, poi, chissà: ho segnato tre gol e ho fatto il mio record personale. A questo punto spero di farne qualche altro, ma che sia decisivo. Se potessi scegliere il mio futuro? Sceglierei la Juve. Ma credo che su 100 giovani, tutti o quasi metterebbero la Juve in cima alla lista. Al di là di tifo o non tifo, si tratta della squadra più forte e che gioca il miglior calcio. Però, davvero – conclude Zappacosta – ora sono concentrato sull’Atalanta e alla Juve penso solo perché è la nostra prossima avversaria”.

Leave a Comment

(required)

(required)